domenica 22 ottobre 2017 21:18:54
omniroma

MAXXI, MUSEO SI RINNOVA: È RE-EVOLUTION, TRIPLICANO SPAZI E GRANDI INSTALLAZIONI

5 maggio 2017 Cronaca, Cultura, Omniparlamento

Un nuovo allestimento per la collezione permanente, il piazzale Alighieri Boetti animato da nuove grandi installazioni, un sito web rinnovato, una caffetteria ed un ristorante guidato da una chef stellata. E’ poi una nuova area kids, una video gallery permanente e soprattutto tanti nuovi capolavori: al Maxxi è RE-EVOLUTION. Con la visita privata di questo pomeriggio del presidente ella Repubblica Sergio Mattarella, verrà inaugurata la nuova faccia del Maxxi, il museo romano che si trasforma e ripensa i propri spazi rafforzando la sua identità e la sua missione pubblica visto che il piano terra, dal martedì al venerdì ed ogni prima domenica del mese, sarà ad ingresso gratuito. Una rivoluzione che parte da The Place to Be, il nuovo allestimento della collezione permanente intorno cui ruotano tutti i cambiamenti e le novità. L’idea dietro questo allestimento è stata quella di creare un percorso per raccontare come artisti e architetti si sono confrontati con l’dea di spazio abitabile, dalla città agli ambienti più intimi. Un percorso che parte già dalla piazza e si estende all’interno, senza soluzione di continuità, in tutto il piano terra e in parte del primo piano con grandi installazioni, opere esposte per la prima volta, capolavori di maestri del nostro tempo, focus temporanei e approfondimenti dedicati agli artisti in collezione. Il “viaggio” nel nuovo MAXXI prende il via da Piazza Alighiero Boetti, animata da nuove grandi installazioni: ad accogliere i visitatori spicca lo straordinario e imponente Winter Moon, uno degli alberi di Ugo Rondinone esposti di recente a Place Vendome a Parigi e ai Mercati di Traiano a Roma. Di grande suggestione Anima di Mircea Cantor, un imponente scheletro in legno e corda, alto circa 8 metri e lungo 10, che si ispira alla Basilica di San Pietro riportandola all’essenzialità. E poi MareoMerz di Elisabetta Benassi, realizzata nel 2013 per la sua personale alla Fondazione Merz: un grande barcone che “ripesca” l’ultima automobile appartenuta a Mario Merz. Da fine giugno, la piazza ospiterà anche la ricostruzione parziale di uno dei luoghi più iconici dell’Estate Romana: il Teatrino Scientifico di Franco Purini e Laura Thermes, che farà da sfondo agli appuntamenti estivi del museo. E poi le installazioni permanenti More than meets the eye di Maurizio Nannucci, Emergency’s paediatric centre in Port Sudan supported by MAXXI di Massimo Grimaldi e l’opera La casa di Roma di Pedro Cabrita Reis.