sabato 21 ottobre 2017 01:25:45
omniroma

MAXXI, AL VIA BNL MEDIA ART FESTIVAL: KERMESSE SU ARTI DIGITALI

13 aprile 2016 Cronaca

Verso nuove frontiere dell’arte e della tecnologia, con oltre 70 artisti provenienti da 21 Paesi, 5.000 studenti coinvolti e più di 60 ospiti per tavole rotonde, lecture, pitch e workshop. Oltre 20 eventi in 8 location per un Festival diffuso che diventa l’evento internazionale di riferimento nel settore delle arti digitali. Prende il via oggi il Bnl Media Art Festival, promosso dalla Fondazione Mondo Digitale in co-produzione con Bnl Gruppo Bnp Paribas, in programma fino a domenica 17 e presentato stamattina all’Auditorium del Maxxi, alla presenza tra gli altri del ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini, del presidente della Fondazione Maxxi Giovanna Melandri e del presidente di Bnl Luigi Abete. “Manifestazioni come questa servono per il messaggio che danno – ha detto Franceschini – C’è un ritardo da colmare rispetto ad altri Paesi che hanno investito sul presente, sull’arte e sulla cultura contemporanee, mentre da noi il sistema Italia ha a lungo immaginato che la doverosa tutela del patrimonio culturale lasciatoci dalle generazioni precedenti, fosse quasi esclusiva e non ci fosse spazio per investire sul presente, su arte e architettura contemporanee, su industrie culturali e creative”. E ha proseguito: “Io stesso ho usato i primi due anni del mio mandato per riorganizzare e rilanciare il Mibact, e ritrovare risorse per la tutela del patrimonio. È un lavoro che deve andare avanti ma i secondi due anni di mandato voglio usarli avendo al centro le industrie culturali e creative. Dobbiamo fare un grande sforzo come sistema Paese, investendo sulla contemporaneità, per poter dare spazio anche ai giovani talenti”. Melandri si è detta “particolarmente lieta di ospitare al Maxxi” il Festival, “un’iniziativa ricca di appuntamenti, attraverso la quale il Maxxi diventa sempre più un luogo aperto, inclusivo, vivo. Un luogo per giovani e studenti che, per mesi, hanno lavorato con artisti affermati a un progetto di arte digitale, con le loro opere esposte proprio qui nello Spazio D. Un luogo del futuro, dove le tecnologie più aggiornate si mettono al servizio dell’arte e della creatività”. “Bnl, come ‘banca per un mondo che cambia’, è al fianco del Media Art Festival – ha commentato Abete – per contribuire alla diffusione di nuove forme di arte, favorendo l’inventiva e il talento, soprattutto dei giovani”. A patrocinare l’iniziativa MiBact, Regione Lazio e Roma Capitale, mentre a collaborare sono Samsung, Maxxi, Google Cultural Institute, Rufa, Quasar, Goethe Institut, Accademia di Spagna, e le ambasciate di Usa, Israele, Cile, Ecuador e Francia.