martedì 19 settembre 2017 17:04:37
omniroma

MATERNITÀ SURROGATA, ASSOLTA COPPIA ROMANA CHE AVEVA AVUTO 2 GEMELLI IN UCRAINA

15 febbraio 2016 Cronaca

Sono stati assolti “perché il fatto non sussiste” i due genitori accusati di aver alterato lo stato civile dei loro due bambini nati all'estero da una maternità surrogata. La sentenza è stata emessa dai giudici della prima sezione penale del tribunale di Roma. La coppia era finita a processo perché, nel 2012, dopo essere riusciti ad avere due gemelli grazie a una donna che si è prestata ad affrontare la gestazione e il parto per loro conto, in Ucraina, avevano dichiarato all'ambasciata italiana di Kiev di essere i genitori naturali dei due piccoli. I coniugi avrebbero poi chiesto che i documenti venissero trasmessi al comune di Roma, affinché venissero trascritti nei registri di stato civile, anche se la mamma non era di fatto la persona che aveva messo al mondo i gemelli. Una serie di attestazioni considerate inizialmente false ma per le quali, alla fine, i giudici di primo grado hanno assolto padre e madre.