martedì 26 settembre 2017 11:13:54
omniroma

MARGHERITA, CONDANNA A 7 ANNI IN APPELLO PER IL “TESORIERE” LUIGI LUSI

31 marzo 2016 Cronaca

La Corte d’Appello di Roma ha confermato, con una riduzione legata alla prescrizione di alcune contestazioni, la sentenza già emessa in primo grado a carico di Luigi Lusi e di altri tre imputati finiti a processo nell’ambito dell’inchiesta per la sottrazione di fondi per oltre venti milioni dalle casse della Margherita. Per Lusi, tesoriere della Margherita tra il 2007 e il 2011, i giudici della terza Corte d’Appello hanno stabilito una pena di 7 anni, a fronte degli 8 ai quali lo stesso imputato era già stato condannato in primo grado. La riduzione è stata determinata dalla prescrizione di due singole contestazioni di appropriazione indebita. Per la medesima ragione, una riduzione è stata accordata anche ai commercialisti Mario Montecchia (da 3 anni e mezzo a 3 anni) e Giovanni Sebastio (da 2 anni e 8 mesi a 2 anni), e alla segretaria di Lusi (da 1 anno e due mesi a 10 mesi). L’accusa contestata era quella di appropriazione indebita per la sottrazione di fondi dalle casse della Margherita. La Corte, inoltre, ha stabilito la confisca dei beni già sequestrati nel corso del procedimento.