domenica 24 settembre 2017 08:59:45
omniroma

MARCONI, CREA SCOMPIGLIO E TERRORE SUL BUS: ARRESTATO DOPO COLLUTTAZIONE

18 novembre 2016 Cronaca

E’ accaduto in via Pincherle, zona Marconi: una Pattuglia della Polizia di Roma Capitale, in servizio di pattugliamento, ha alle 9 di stamane ricevuto una richiesta di aiuto da parte di un autista di un bus, riferendo di un passeggero molto aggressivo con chiunque gli capitasse a tiro. I due agenti, appartenenti al Gruppo Pronto Intervento Traffico (GPIT) sono intervenuti arrestandolo. Da parecchi minuti infastidiva ed impauriva tutti i passeggeri della linea 23, tra cui alcuni ragazzini diretti a scuola: F.B., italiano tossicodipendente di 26 anni, probabilmente in preda ad un mix di alcool e cocaina inveiva contro chiunque gli si parasse davanti: qualsiasi tentativo di parlare e calmarlo lo irritava ulteriormente, rendendolo ancora più aggressivo. Preoccupato della situazione, l’autista ha condotto il mezzo fino al capolinea di via Pincherle, dove ha aperto le porte chiedendo soccorso ad una pattuglia di Polizia Locale di passaggio. Alla vista delle divise, l’uomo ha cominciato ad insultare gli agenti e a minacciarli: entrati sul mezzo oramai vuoto, i due agenti non hanno potuto fare altro che rispondere ad un duro tentativo di aggressione dell’uomo, immobilizzandolo dopo una breve colluttazione. Arrestato, l’esagitato è stato condotto presso l’ospedale S.Camillo, ove è ora piantonato dagli agenti in attesa del processo per direttissima, che si svolgerà probabilmente domattina. Le accuse sono di oltraggio, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni e interruzione di pubblico servizio.