domenica 25 febbraio 2018 22:09:27
omniroma

Mafia capitale, Cantone in aula
“Mai individuate ipotesi di 416 bis”

15 settembre 2016 Cronaca, Omniparlamento, Politica

“Non spetta all’Anac formulare ipotesi di reato. Questo lo fanno i pubblici ministeri. Noi ci limitiamo a segnalare irregolarità o criticità quando c’è un ‘fumus’ di illecito penale”. E’ quanto risposto, in prima battuta, da Raffaele Cantone ad una domanda postagli dall’avvocato di Salvatore Buzzi, Alessandro Diddi, riguardo all’attività svolto dall’Anac in merito a Roma Capitale. Lo stesso Cantone, sollecitato a rispondere ancora sull’argomento dallo stesso legale ha poi precisato: “Posso escludere di aver mai individuato una ipotesi di 416 bis, ad oggi”. Il presidente dell’Anac, che oggi nell’aula bunker di Rebibbia ha risposto per circa tre ore alle domande delle parti, era stato citato come testimone dai difensori di Salvatore Buzzi.

L’avvocato Alessandro Diddi, difensore di Salvatore Buzzi, ha commentato: “Per noi è una conferma di quello che andiamo sostenendo da tempo ovvero che Buzzi e le sue cooperative non hanno nulla a che vedere con il reato di associazione di stampo mafioso”.