domenica 20 agosto 2017 11:57:33
omniroma

MAFIA CAPITALE, BAGARRE IN AULA TRA LE PARTI: UDIENZA SOSPESA PER 15 MINUTI

19 gennaio 2016 Cronaca

E' stata sospesa tra le grida dell'avvocato Bruno Giosuè Naso e del pm Giuseppe Cascin l'udienza del maxi processo Mafia Capiale, durante la quale era in corso il contro esame del capitano del Ros Giorgio Mazoli. La pausa di 15 minuti, decisa dal presidente della decima sezione penale, Rosanna Ianniello, si è resa necessaria per smorzare i toni tra le parti. Ad innescare la bagarre è stato l'acceso confronto tra l'avvocato Naso, difensore di Carminati, e il testimone. “Il testimone deve rispondere alle domande”, ha tuonato il penalista dopo aver proposto più volte la stessa domanda al militare. Un atteggiamento, quello tenuto dal legale, che ha a sua volta spinto la procura ad intervenire, chiedendo al tribunale di intervenire per garantire il rispetto del testimone. “La procura si oppone alle urla e alle intimidazioni nei confronti del teste – ha detto il pm Cascini, alzando a suo volta la voce – E' la prima volta che sento in tribunale un avvocato rivolgersi in questo modo ad un testimone, un ufficiale dei Carabinieri”. Il battibecco, durato alcuni minuti in un crescendo di voci, si è poi risolto con la sospensione decisa dal presidente Ianniello. Al rientro in aula, lo stesso presidente ha poi invitato le parti a mantenere un atteggiamento più conciliante.