domenica 25 febbraio 2018 22:06:05
omniroma

L’ultimo saluto a Carlo Azeglio Ciampi
Mattarella e Napolitano ai funerali

19 settembre 2016 Cronaca, Omniparlamento

Cerimonia funebre del presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi. Alle esequie, svolte in forma privata come richiesto dalla famiglia, affianco alla moglie Franca e ai figli, tra gli altri erano presenti il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la presidente della Camera Laura Boldrini, il presidente del Senato Pietro Grasso, il presidente emerito Giorgio Napolitano. Ancora sono arrivati il sindaco di Roma Virginia Raggi, l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi, gli attori Roberto Benigni e la moglie Nicoletta Braschi.
Il feretro è stato portato fuori intorno alle 11.35 in un’atmosfera di rigoroso silenzio rotto da un applauso levatosi dalla folla al momento in cui è stato deposta in auto la bara. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha stretto la mano alla moglie Franca e ai figli, a cui hanno poi rivolto le condoglianze anche altre autorità e persone presenti.
Un nuovo applauso si è alzato dalla folla quando l’auto che trasporta la salma ha lasciato il sagrato della chiesa e qualcuno ha gridato ‘c’è la Franca. Grazie signora Franca siete stati bravissimi’ indirizzando un nuovo applauso verso la moglie di Ciampi.
Sono state, infatti, numerose le persone comuni accorse fin dalle 10 di stamane per l’ultimo saluto al presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi. Tra coloro che hanno atteso lo svolgimento della cerimonia al di fuori della parrocchia San Saturnino nel quartiere Trieste a Roma, sono diversi coloro che risiedono nel quartiere in cui ha vissuto per anni anche il presidente emerito Ciampi.
Tra di loro c’è la signora Lucia che racconta: “Ho un ricordo molto bello, ci incontravamo tutte le domeniche in chiesa: salutava sempre. Ho apprezzato molto come lavorato da presidente, ha fatto quello che non hanno fatto gli altri dopo di lui”. Ancora Luciano, che ha avuto anche lui modo di conoscere Ciampi in prima persona ricorda: “È stato un grande galantuomo, io lo incontravo alla messa della domenica alla Maddalena dove vado in vacanza e dove anche il presidente veniva a trascorrere sempre qualche giorno in estate. Era umano, cordiale e onesto fino in fondo. Oggi mancano persone di questo spessore umano e morale”.
“Era una persona molto retta e ha riportato in auge l’amore per la patria – aggiunge la signora Isabella – e mi dispiace oggi sentire certe parole da persone come Salvini”. Ma nella silenziosa folla raccolta dietro alle transenne di sicurezza c’è anche chi è arrivato soltanto per un ultimo saluto “perché ho un bellissimo ricordo della sua persona e della sua umanità”, dice Antonio e gli fa eco la moglie Giuseppina che aggiunge “abbiamo apprezzato come ha lavorato da presidente. Uomini così non ci sono più”.