venerdì 20 ottobre 2017 18:23:48
omniroma

LITORALE, CONTROLLI GUARDIA COSTIERA: 45KG PESCE SEQUESTRATO NEL WEEKEND

8 agosto 2016 Cronaca

Per quanto riguarda i controlli effettuati sulle unità da diporto, nelle acque di giurisdizione laziali la Guardia Costiera ha elevato 17 verbali per navigazione all’interno della fascia riservata alla balneazione, sosta o ormeggio in zona vietata (all’interno dei corridoi di lancio ed in prossimità dell’imboccatura dei porti), inosservanze delle norme di sicurezza della navigazione (superamento dei limiti di velocità) e mancata o irregolare detenzione a bordo della prevista documentazione e delle dotazioni di sicurezza (tra cui un acquascooter con casco protettivo non omologato). Nell’ambito dei controlli effettuati sul demanio marittimo dalle pattuglie terrestri, sono stati elevati 9 verbali amministrativi a carico di strutture balneari per mancanza delle prescritte dotazioni di pronto soccorso (a Terracina), mancata predisposizione del servizio di salvataggio (sul litorale di Anzio), irregolare occupazione della fascia dei 5 metri dalla battigia riservata al transito (Anzio) e per abusiva occupazione di demanio marittimo (a Ponza e a Sperlonga). Di particolare rilievo, in questi giorni, l’attività condotta dalle pattuglie specializzate della Guardia Costiera nell’ambito dei controlli sulla filiera della pesca. Numerose, infatti, le operazioni condotte a tutti i livelli della filiera ittica e le sanzioni emesse, il tutto a beneficio esclusivo del consumatore finale e a tutela della salute.
Attività ancora più importante considerato l’avvicinarsi di ferragosto – e dunque del periodo di massima intensità delle presenze sul litorale, a mare e sulle spiagge – dove è purtroppo diffusa la deprecabile abitudine di cercare di “fare cassa” vendendo prodotti anche di dubbia provenienza. I controlli effettuati hanno condotto al sequestro di 4 reti da pesca (sul litorale di Fiumicino, di Terracina e di Gaeta) irregolarmente posizionate all’interno della fascia riservata alla balneazione, mentre a Fiumicino e a Gaeta sono stati sanzionati due venditori ambulanti non autorizzati intenti in illecita attività di commercializzazione di prodotto ittico, con relativo sequestro di tutto il pescato. Sul litorale di Ostia, inoltre, sono stati elevati due verbali amministrativi a carico di esercizi commerciali per detenzione, ai fini della commercializzazione, di prodotto ittico privo delle necessario informazioni in materia di tracciabilità e conservato in promiscuità con altri generi alimentari, in violazione delle previste norme igienico-sanitarie. Il complesso delle sanzioni amministrative comminate nel corso dei vari controlli, ha raggiunto la cifra di 21.872 euro, unitamente a 45 kg di prodotto ittico sequestrato nelle mirate attività di controllo sulla filiera della pesca.