martedì 12 dicembre 2017 18:52:13
omniroma

LITORALE, CAPITANERIA PORTO PRESENTA BILANCIO ESTATE 2015: -30% DECESSI

8 ottobre 2015 Cronaca

Sono diminuiti del 30 per cento i decessi accaduti sul litorale laziale: nell'estate 2015 si sono registrati 17 incidenti mortali rispetto ai 24 del 2014. Il dato è stato comunicato oggi presso la Capitaneria di Porto di Fiumicino nel corso della presentazione del bilancio dell'operazione “Mare sicuro 2015”.
“Alla diminuzione dei decessi – ha spiegato il Direttore Marittimo del Lazio, Giuseppe Tarzia – ha contribuito la professionalità degli assistenti bagnanti e la disponibilità che i balneari hanno dimostrato raddoppiando i bagnini nel fine settimana nelle spiagge più frequentate. Richiesta che avevamo inoltrato loro a metà stagione preoccupati dalla tendenza di un incremento degli incidenti in mare”. Tra i luoghi del litorale dove statisticamente si verificano più incidenti o c'è un maggiore rischio per la balneazione, “l'area di costa da Ostia fino a Sperlonga, con un'incidenza maggiore a Torvaianica – ha detto Tarzia – e in provincia di Latina dove gran parte delle spiagge sono libere. Meno incidenti si sono verificati nella zona di Montalto e Tarquinia dove però c'è anche una minore presenza di bagnanti”. Nel corso dell'operazione “Mare sicuro 2015” le unità navali della Direzione Marittima hanno percorso quasi 17mila miglia nautiche soccorrendo 54 natanti in difficolta' e salvando 188 persone: 793 le chiamate al numero di emergenza in mare 1530. Sono stati 18.105 i controlli effettuati ‎per la sicurezza della balneazione, tutela dell'ambiente marino e costiero, normativa in materia di pesca e demanio marittimo e alla sicurezza della navigazione che ha registrato 349 “bollini blu” rilasciati alle barche in regola con documenti e dotazioni di sicurezza. Dai controlli sono stati accertati 508 illeciti amministrativi (scarichi abusivi, navigazione nella fascia di balneazione, superamento limiti di velocita' entro i mille metri dalla costa e pesta in zone vietate o con attrezzi non consentiti) e 47 notizie di reato nei settori: pesca, demanio marittimo, diporto, sicurezza della navigazione e tutela dell'ambiente. (8 ottobre 2015)