martedì 21 novembre 2017 03:47:08
omniroma

Lavoro, alla Sapienza apre “Porta futuro”
Zingaretti: “Servizi innovativi per i giovani”

11 gennaio 2016 Economia

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e il vicepresidente, Massimiliano Smeriglio visitano Porta Futuro Città Universitaria, uno dei centri che costituiranno il network Porta Futuro University. Si tratta del progetto della Regione Lazio che ha l’obiettivo di mettere a disposizione di tutti i cittadini del Lazio i servizi per persone ed imprese per l’empowerment e lo sviluppo dell’occupabilità offerti dal modello “Porta Futuro”, realizzato dalla Provincia di Roma nel 2011 nel quartiere Testaccio e riconosciuto come ‘best practice’ europea. Alla visita erano presenti anche Eugenio Gaudio, rettore Università Sapienza di Roma e Carmelo Ursino, Commissario straordinario Laziodisu. La sede Porta Futuro Città Universitaria, che aprirà al pubblico il prossimo 27 gennaio, è stata realizzata in uno spazio precedentemente utilizzato nella zona mensa per il consumo pasti (ora spostato in una struttura adiacente) comprende in totale 19 postazioni modulabili (postazioni accoglienza, imprese, orientamento, postazioni consultazione software). Sono state realizzate anche 2 aule formative con monitor LCD per i seminari che comprendono la partecipazione attiva degli utenti. L’investimento per l’allestimento è stato di 450 mila euro.

“Da oggi apre un servizio rivolto ai giovani e agli studenti universitari ma anche a tutti coloro che cercano lavoro, perché con Porta Futuro Università apre un servizio, che studiando le capacità, le esigenze, i curricula dei giovani, li accompagna verso la ricerca di lavoro fra le offerte che le imprese del territorio offrono”., ha detto il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
“È quel legame e contatto che noi ci auguriamo permetta alle persone di sentirsi meno sole o peggio, vittime dei ricatti o di chi assume sottocosto, proprio come forma di schiavitù, o peggio la cattiva politica che a volte trasforma il diritto al lavoro in un favore da chiedere a qualcuno. Questi problemi non si risolvono con pacche sulle spalle – ha aggiunto – ma solo investendo su servizi innovativi e noi investiremo, nella programmazione europea 20 milioni di euro, per costruire questa rete che sia più vicina a chi giovane, o ex studente universitario, cerca un lavoro. Questo servizio non c’era e qui come in altri posti aprirà con questi sportelli in altri luoghi di aggregazione giovanile” ha concluso Zingaretti .