giovedì 21 settembre 2017 01:51:52
omniroma

Castel Fusano, arrestato un piromane
A Settebagni chiusa l’A1

19 luglio 2017 Cronaca
Incendio doloso boschivo è il reato contestato ad un 63enne arresto perchè sospettato di essere il piromane che ha innescato l’incendio di oggi alla pineta di Castel
Fusano. L’uomo è un romano con precedenti non specifici. Ad operare sono stati i carabinieri del nucleo investigativo ambientale del gruppo forestale di Roma. Stando a quanto si è appreso, il presunto piromane era stato notato questa mattina aggirarsi con fare sospetto nella Pineta muovendosi in sella ad una bicicletta. Poi sarebbe stato notato mentre si addentrava nella boscaglia, proprio nel punto da cui è partito il rogo. Quindi è stato bloccato e arrestato dai militari che lo hanno trovato in possesso anche di materiale poi sequestrato. Secondo chi indaga avrebbe appiccato le fiamme con un innesco con materiale combustibile. Stando a quanto riferito non ci sono sarebbero allo stato elementi che collegano l’uomo agli incendi divampati nella Pineta nei giorni scorsi o con il 22enne idraulico arrestato lunedì sempre dai carabinieri. Ulteriori accertamenti sono comunque in corso. Il 63enne sarà ora portato a Regina Coeli a disposizione dell’autorità giudiziaria.
A quanto si è appreso l’uomo è stato trovato nel quadrante della Pineta tra viale di Castel Porziano e il Dazio con vari inneschi. L’uomo è stato arrestato intorno alle 14 durante i controlli congiunti dei carabinieri del gruppo Ostia e dei carabinieri forestali di Roma.
Intanto le fiamme divampano anche a Settebagni in una struttura sportiva. Il rogo si è propagato  fino a spingersi ai margini di un maneggio in cui c’erano 80 bambini e 40 cavalli. Solamente a scopo precauzionale, i bambini sono stati evacuati mentre due squadre di vigili del fuoco e due elicotteri  stanno lavorando per domare il rogo. Lo stesso incendio ha causato la chiusra del traffico sull’A1 tra in Raccordo e Settebagni.