martedì 26 settembre 2017 16:38:40
omniroma

Papa chiude la porta Santa
A S.Pietro Mattarella e Renzi

20 novembre 2016 Cronaca, focus

“Riconoscenti per i doni di grazia ricevuti e incoraggiati a testimoniare, nelle parole e nelle opere, la tenerezza del tuo amore misericordioso, chiudiamo la Porta Santa: lo Spirito Santificatore rinnovi la nostra speranza in Cristo Salvatore, porta sempre aperta a chi ti cerca con cuore sincero, unica porta che introduce nel regno che viene”. Con queste parole Papa Francesco ha chiuso la Porta Santa della Basilica di San Pietro e posto termine al Giubileo straordinario della Misericordia, iniziato esattamente un anno fa. Dopo aver pronunciato la preghiera il Papa si è recato dinanzi alla Porta Santa dove ha pregato in silenzio per qualche minuto prima di chiuderne i battenti. Migliaia i pellegrini accorsi in piazza San Pietro, in coda fin dalle prime ore del mattino, per assistere alla cerimonia e alla Santa messa celebrata da Papa Francesco, affiancato, tra gli altri, anche dai cardinali di nuova creazione, ordinati ieri. Per la celebrazione, svoltasi sull’atrio della Basilica di San Pietro, è stata predisposta una decorazione floreale alla Porta Santa e una tenda al cancello a questa corrispondente. In prima fila hanno assistito alla cerimonia e alla messa oltre ai nuovi cardinali, i cardinali vescovi, i cardinali di rappresentanza dei diversi ordini del Collegio cardinalizio, in vescovi monsignor Fisichella, monsignor Gloder e monsignor Lanzani, i segretari del Santo Padre, i membri del Capitolo vaticano, i penitenzieri della Basilica vaticana, i membri della Penitenzieria apostolica, i membri del Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione e i membri dell’ufficio celebrazioni liturgiche del Sommo Pontefice.  Alla liturgia per la chiusura del Giubileo straordinario della Misericordia, in piazza San Pietro, hanno preso parte anche le massime autorità di Governo nazionale e cittadino. Tra le sedute disposte sul sagrato della Basilica di San Pietro, erano presenti tra gli altri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi accompagnato dalla moglie Agnese, il sindaco di Roma Virginia Raggi, l’assessore all’Ambiente di Roma Paola Muraro e il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito. Al termine della celebrazione, rivolgendosi a loro il Pontefice ha detto: “Innalziamo a Dio la lode e il ringraziamento per il dono che l’anno Santo della misericordia è stato per la Chiesa e per le tante persone di buona volontà. Saluto con deferenza il Presidente della Repubblica e le delegazioni ufficiali presenti ed esprimo viva riconoscenza ai responsabili del Governo italiano e alle altre istituzioni per la collaborazione e l’impegno profuso”,