venerdì 20 ottobre 2017 01:22:55
omniroma

Giubileo, la Caritas risponde
all’appello di Papa Francesco

5 aprile 2016 focus

“Siamo pronti, e nel 2016 intensificheremo le nostre attività”, dalla Caritas di Roma rispondono subito all’appello di Papa Francesco, che sabato ha chiesto un’opera di misericordia (un ostello, un centro d’ascolto, ecc.) in ogni diocesi. Nella capitale, l’organizzazione caritativa che fa capo alla diocesi, e guidata da mons. Enrico Feroci, ad esempio, secondo il rapporto 2015 ha fornito 200 mila pernottamenti a 2.400 persone. E l’ostello “don Luigi Di Liegro” a via Marsala, può vantare la presenza di una Porta Santa e a dicembre ha anche visto la visita del Papa. Oltre al “Di Liegro”, la Caritas offre ospitalità con la “Casa Santa Giacinta” e il centro prima accoglienza “Gabriele Castiglion” di Ostia. Un progetto aperto anche ai minori, che nel 2015 sono stati 329, principalmente maschile. E poi ci sono le mense, che davvero riescono a contraddistinguere il servizio che la Caritas fa per i più poveri della Capitale. In totale sono stati erogati 341 mila pasti per oltre 11 mila persone. Questo ha riguardato la mensa serale “San Giovanni Paolo II” a via Marsala, è quella diurna intitolata sempre a Wojtyla a Colle Oppio.
Attività che sono entrate nel Dna della città, se si pensa che sono più di 2 mila i volontari che almeno una volta alla settimana hanno prestato la loro opera nei 50 servizi promossi direttamente dalla Caritas. Ed ancora: nei quattro centri di ascolto diocesano e nei 98 parrocchiali, nel corso del 2015 il personale della Caritas ha incontrato ben 42 mila persone, persone che soffrono di disagio psicologico, sociale, economico. Un fenomeno che è tristemente aumentato durante la crisi è che coinvolge sempre più le famiglie e soprattutto i maschi tra i 60 e i 69 anni. Per l’occasione è stato istituito il Fondo Famiglia, uno strumento che accompagna la diocesi e le parrocchie nell’aiuto ai nuclei familiari in difficoltà economica. (Fonte Radiocolonna.it)