venerdì 22 settembre 2017 04:43:53
omniroma

Giubileo, firmato protocollo Comune-Anac “Controlli sugli appalti ma non è tutoraggio”

8 settembre 2015 Senza categoria

E’ stato firmato il protocollo sulle linee guida sugli appalti per il Giubileo tra il Comune e l’Anac. A siglare il documento il sindaco di Roma, Ignazio Marino, insieme all’assessore alla Legalita’, Alfonso Sabella, l’assessore ai Lavori pubblici, Maurizio Pucci, e il presidente dell’Autorità Anticorruzione, Raffaele Cantone. “Il lavoro non si e’ mai interrotto, abbiamo lavorato durante tutto il mese di agosto. Oggi abbiamo voluto sottoscrivere insieme al presidente Cantone un documento dove sono indicate le linee guida che abbiamo scelto nella citta’ di Roma per verificare la correttezza e la trasparenza di tutti i lavori che verranno eseguiti per il Giubileo straordinario – ha dichiarato Marino – Questo e’ un altro passo importantissimo perche’ e’ quel passo di discontinuita’ amministrativa e di cultura amministrativa rispetto a quanto era accaduto a Roma con la Giunta Alemanno che aveva permesso l’ingresso della criminalita’ organizzata nelle stanze del Campidoglio. Noi abbiamo chiuso porte e portoni e vogliamo che ora in avanti l’amministrazione della nostra citta’ sia un esempio per tutto il Paese”. Il sindaco ha poi aggiunto, in tema di risorse: “Al momento le cifre sono quelle votate in Giunta ad agosto. Evidentemente in questo momento non c’e’ nessuna variazione rispetto alle cifre che gia’ conoscete”. Cantone ha precisato: “Noi ci occuperemo di tutti gli appalti connessi al Giubileo, non del resto. Abbiamo ripreso le stesse linee guida che avevamo fatto per Expo che individuano i criteri attraverso cui noi attiveremo i controlli sugli atti e che ovviamente devono essere i piu’ veloci possibili per evitare di perdere tempo perche’ il tempo e’ pochissimo”, sottolineando inoltre che “il nostro non e’ un tutoraggio, il nostro lavoro riguarda un controllo sugli appalti che era già previsto per Expo e che il Governo ha ritenuto di estendere anche per il Giubileo”. Per Sabella “Roma Capitale si è già dotata di meccanismi di controllo molto rigidi sugli appalti. Per quello che riguarda il Giubileo noi saremo piu’ realisti del Re: faremo delle procedure e adotteremo dei meccanismi di trasparenza che vanno al di la’ di quelli minimi previsti dalla legge. Ad esempio, se la legge dice che bisogna invitare 5 imprese, noi ne inviteremo 30. Questo per assicurare il maggiore e piu’ efficace contrasto alla corruzione”. L’assessore ha poi ricordato che “siamo nella fase di esecuzione dei lavori su cui noi per la prima volta in Italia faremo dei controlli in tempo reale, cioe’ mentre l’asfalto sta per essere posato in opera andremo a verificare se e’ della qualita’ prevista”. Anche se “spero ci siano i tempi per realizzare le opere, per controllarle i tempi li troviamo. Il problema piu’ complicato e’ invece avere i tempi per realizzarle perche’ siamo veramente all’ultimo minuto utile. E’ inutile che ci nascondiamo dietro un dito, questa e’ la realta’. Ma assicuriamo che tutto si svolgera’ con la massima trasparenza”. E, ha annunciato Pucci, “l’affidamento, anzi la chiamata delle imprese in caso di appalti sotto il milione di euro, è fatto con un sistema assolutamente casuale e con tutte le certificazioni del caso che si chiama Siproneg e da domani mattina sarà aperto a tutte le imprese. Era stato aperto per un mese nel corso dello scorso aprile dopo anni di chiusura e adesso lo apriamo a tutte le imprese che ovviamente per entrare nelle rotazioni verranno verificate” (8 settembre 2015)