venerdì 22 settembre 2017 01:18:00
omniroma

Giubileo, anche la Francigena si rifà il look Dalla Regione fondi per messa in sicurezza

7 settembre 2015 Senza categoria

Quasi un milione di euro finanziati dalla giunta regionale guidata da Nicola Zingaretti per “rifare il look” alla via Francigena del Nord, l’antico cammino spirituale che attraversa il nord del Lazio e che arriva alla capitale. I lavori, che riguardano la messa in sicurezza del percorso e la realizzazione di sentieri alternativi, saranno completati entro l’8 dicembre, data ufficiale dell’inizio del Giubileo straordinario della Misericordia. A presentare gli interventi questa mattina, presso la sede di Roma Natura a Monte Mario, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il vice presidente Massimiliano Smeriglio, monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione, Antonio Mallamo, amministratore unico di Astral e Maurizio Gubbiotti, commissario straordinario dell’ente regionale RomaNatura. Presente anche l’ex sindaco di Roma, Francesco Rutelli, consulente del Pontificio Collegio della Cultura per i cammini spirituali. Al finanziamento di quasi un milione di euro si aggiungono altri 300mila euro, dell’assessorato alla Cultura della Regione Lazio, che ha assegnato risorse ai comuni dell’area interessata per la promozione dei cammini religiosi, e ulteriori 410 mila euro sempre per la Francigena e per i cammini di fede nella nuova programmazione europea, per un totale, dunque di circa 1,7 milioni di euro.
Gli interventi sulla via Francigena Nord finanziati dalla Regione Lazio riguardano, in particolare, la realizzazione di 3 sentieri alternativi o complementari del tracciato ufficiale nella tappa che va da Campagnano a La Storta, lungo 25 km, la realizzazione di un attraversamento pedonale del Fosso Cremera, tra i comuni di Roma e Formello in corrispondenza del prolungamento della viabilita’ locale che si dirama da via della Ficoraccia e raggiunge via Paolo David fino all’incrocio con vicolo Formellese e la ricostruzione della passerella pedonale in via Prato della Corte, nel comune di Roma ed esattamente in prossimita’ del parco di Vejo, distrutta da una piena del corso d’acqua. Per questi lavori la Regione Lazio ha incaricato Astral. Agli interventi di valorizzazione della via Francigena del Nord si accompagnano anche quelli di promozione turistica (cartoguide, mappe) come spiegato dal vice presidente Smeriglio “compresa l’applicazione per smartphone e il rifacimento del sito della Francigena” ha detto.
“Tra qualche settimana sara’ possibile finalmente entrare a Roma, nella capitale, e arrivare fino a San Pietro a piedi grazie ad un intervento di conclusione di adeguamento della via Francigena, un percorso religioso che noi rioffriamo al mondo anche come grande opportunità’ di fruizione del territorio”, ha commentato Zingaretti. Per Fisichella “nei mesi scorsi una mia pubblicazione con informazioni e’ arrivata a tutti vescovi del mondo, dentro quella c’e’ anche l’aspetto del pellegrinaggio. Dalle risposte che abbiamo verifichiamo che c’e’ un dinamico interesse crescente per il pellegrinaggio e siamo sicuri che i pellegrini si metteranno in cammino” per il Giubileo. “Il pellegrinaggio vero – ha continuato – e’ quello che si fa a piedi, vogliamo dare segni concreti di accoglienza che stiamo studiando e che vogliamo mettere a disposizione di tutti i pellegrini”.
“Oltre ai trasporti e alla sanita’, fare bene il nostro dovere significa anche mostrare un’attenzione molto forte ai cammini spirituali. Immaginare questa strada di cammino di fede che parte da Canterbury, passa per Roma, arriva a Brindisi per poi andare a Gerusalemme, e ripristinare, per la parte che ci riguarda, un cammino che rompe i confini e che mette in comunicazioni popoli e nazioni, e’ un segnale importante in un momento difficile per l’Europa”, ha detto il vice presidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio.
(07 settembre 2015)