sabato 23 settembre 2017 23:51:09
omniroma

Giubileo, Alfano: “È andata bene”
Gabrielli: “Grazie a tutti”

9 dicembre 2015 Cronaca, Omniparlamento, Politica

“Un inizio positivo senza trionfalismi che sarebbero fuori luogo. Ringrazio tutti”. Così il prefetto Franco Gabrielli, sull’avvio del Giubileo avvenuto ieri con l’apertura della Porta Santa a San Pietro. “Grazie a chi ha lavorato in questi mesi  – ha aggiunto – e che ieri ha dimostrato una grande professionalità: i volontari, i vigili del fuoco, il 118. Ho visto uno spiegamento di forze e di gente motivata. Ora la sfida è mantenere alta la tensione perchè la strada è molto lunga”.  A fargli eco il ministro dell’Interno Angelino Alfano: “La prima giornata e’ andata molto bene, quasi 4 mila uomini e donne in divisa che hanno dato il meglio di loro. Il bilancio e’ stato talmente positivo che ai controlli di ‘Fiat Lux’ l’unico fermato e’ stato un italiano con un coltello a serramanico che voleva accedere al sito – ha detto –  Come Paese e’ stata una prova di eccellenza ma non si puo’ abbassare la tensione: il Giubileo terra’ sotto pressione gli uomini delle forze dell’ordine e tutti per tanti mesi e noi non allenteremo la pressione nemmeno per un giorno”. Si è svolto questa mattina in Questura, un debriefing operativo nel corso del quale il Questore Nicolò D’Angelo, ha tracciato un consuntivo dei servizi di sicurezza relativi agli eventi giubilari della giornata di ieri. Le operazioni hanno riguardato 8 aree di servizio. Tre in area San Pietro, dalle 6 alle 13, due in zona piazza di Spagna dalle 11 alle 17, uno a Santa Maria Maggiore dalle 15 alle 20 e due ancora in piazza San Pietro per il Fiat Lux dalle 18 alle 24. 2.000 gli operatori delle forze dell’ordine impiegati per i servizi di sicurezza e ordine pubblico. Poco meno di 2.000 militari per i servizi di vigilanza ad obiettivi sensibili. Quasi 200.000 le persone che hanno partecipato ai vari eventi della giornata: 50.000 per l’ apertura della porta Santa, ulteriori 30.000 per l’ Angelus. 10.000 tra piazza di Spagna e Santa Maria maggiore, mentre oltre 100.000 hanno assistito a Fiat Lux. Il tutto si è svolto nelle condizioni di massima sicurezza, senza particolari criticità di ordine pubblico fatta eccezione per una persona italiana fermata e denunciata durante i controlli per l’accesso al “Fiat lux” in quanto trovata in possesso di un coltello a serramanico. Per la gestione dei servizi di controllo sono stati impiegate nuove tecnologie LTE consistenti in nuovi e più efficienti sistemi di video sorveglianza nonché nuovi metal detector e rapiscan.