venerdì 18 agosto 2017 01:33:55
omniroma

Giachetti: Spero laziali mi votino
“Sarà più facile per Spalletti”

26 gennaio 2016 Omniparlamento, Politica

 

Dalla scelta di scendere in campo per la città di Roma all’ex sindaco Ignazio Marino all’allenatore della As Roma, Luciano Spalletti. Roberto Giachetti, candidato Pd alle primarie del centrosinistra si lascia andare all’ironia della trasmissione di Radio” “Un giorno da pecora”. “Non ho visto altri con altre qualità scendere in campo per farlo. Io il sindaco di Roma lo voglio fare, so che è una questione molto complicata”, ha esordito il vicepresidente della Camera che si è detto certo che“ci saranno altri candidati” alle primarie “anche del Partito democratico. Ne sono certo”. 

Giachetti ha poi ammesso che “sì, mi voterò e arrivo a pensare che lo faranno anche i miei figli” ma non è sicuro di vincere ma “combatterò affichè la sicurezza sia acquisita nel tempo sia per quanto riguarda le primarie sia per quanto riguarda la decisione finale”.  Giachetti sindaco sarà meglio dell’ex primo cittadino Ignazio Marino? “Non so se sono meglio io, questo lo decideranno i cittadini romani”. Ma sulla scelta del chirurgo dem di non partecipare alle primarie del Pd ha le idee chiare. “E’ singolare visto che lui è iscritto al Pd e normalmente se uno è iscritto a un partito partecipa alle primarie del centrosinistra come tutti gli altri”. “Vedremo come andrà a finire. Penso che sarà una vicenda inutile che è perfettamente in continuità con tante scelte che sono state fatte a sinistra nel tempo”, ha detto Giachetti in merito alla possibilità che l’ex sindaco Marino, potrebbe partecipare alle comunali con una lista civica “per mettere in diffiltà il Pd e far perdere Giachetti”. E lo slogan per la corsa al Campidoglio è già pronto? “Può darsi ma non te lo dico”. “Sarà più facile per Spalletti far vincere la Roma rispetto al lavoro complicato di far mettere la città di Roma dove deve stare ma ce la faremo”, ha poi scherzato il candidato in trasmissione. E da romanista, ai tifosi laziali ha detto: “Li convinco dicendo che quando si trattò di Rutelli tanti romanisti votarono un laziale, quando si trattò di Veltroni tanti romanisti votarono uno juventino, adesso che si tratta di un romanista mi auguro che tanti laziali votino un romanista. Il Lazio è una bellissima regione, la Lazio è una squadra che per fortuna sta ancora quattro punti sotto. Forza Lazio non si può, penso che i laziali apprezzeranno il fatto non mi metto a dire forza Lazio per prendere quattro voti”. Infine ha annunciato il suo prossimo appuntamento “pubblico”. “Adesso farò la marcia di Miguel, poi quella di Ostia. Correre aiuta molto la salute”.