venerdì 28 luglio 2017 02:44:05
omniroma

GDF, BILANCIO ROMA 2016: SEQUESTRATE 123 ARMI E 25.000 PESCI TROPICALI

22 marzo 2017 Cronaca

Quanto al concorso al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, il contrasto ai traffici illeciti e le operazioni di soccorso la guardia di finanza di Roma nel 2016 nell’attività di controllo del territorio e di contrasto ai traffici illeciti ha permesso di deferire 1279 persone, di cui 68 arrestate, per reati comuni e per l’inosservanza della normativa di Pubblica Sicurezza, nonché di sequestrare 123 armi – di cui 48 pesanti e leggere e 75 bianche – ed oltre 700 kg di artifizi pirotecnici illegali.
Degna di rilievo è stata la presenza delle unità specializzate del Corpo nel concorso al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, per garantire il pacifico e regolare svolgimento, nella Capitale, di eventi e manifestazioni, di carattere politico, sindacale e sportivo. Sul versante del contrasto al traffico, allo spaccio ed al consumo di stupefacenti, sia sul territorio che presso gli scali aereoportuali e portuali, sono state eseguite 1.923 operazioni che hanno portato al sequestro di quasi 5 tonnellate, tra droghe “leggere” (hashish e marijuana) e “pesanti” (223 kg sono di cocaina ed oltre 48 di eroina), con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 485 persone, di cui 186 in stato d’arresto. Per il consumo di stupefacenti sono stati segnalati alle Prefetture oltre 1.439 assuntori. In materia ambientale sono stati posti sotto sequestro:  due discariche, in cui erano stati depositati rifiuti speciali e materiali pericolosi, specie eternit, pregiudizievoli per la salute pubblica;  25.000 esemplari di pesci tropicali e 2 tonnellate di coralli vivi per un valore commerciale di 250.000 euro. Ancora, il Comando Provinciale Roma impiega 30 militari A.T.P.I. al giorno, sin dalle prime ore del 24 agosto 2016, nelle attività di soccorso e per garantire la necessaria cornice di sicurezza nelle zone colpite dal sisma. I militari impegnati nelle aree hanno svolto e continuano a svolgere una preziosa azione di vigilanza per la salvaguardia e la tutela del patrimonio del territorio. Oltre alla diuturna attività di assistenza alla popolazione, in questo frangente sono state anche recuperate opere d’arte, arredi sacri ed altri oggetti di valore storico-culturale, rimasti per lo più all’interno di chiese e edifici danneggiati dalle scosse, esposti alle intemperie e a possibili furti.