mercoledì 16 agosto 2017 15:27:34
omniroma

Fosse Ardeatine, l’omaggio di Mattarella
Pd: “Raggi assente, memoria in vacanza”

23 marzo 2017 Cronaca, Omniparlamento, Politica

A 73 anni dall’eccidio delle Fosse Ardeatine, le alte cariche dello Stato hanno reso onore ai 335 civili italiani, di cui 75 ebrei, massacrati da un commando nazista guidato da Erich Priebke e da Karl Hass il 24 marzo del 1944.
In memoria di una delle stragi più efferate della storia, il presidente Sergio Mattarella assieme al Capo di Stato Maggiore della Difesa il Generale Claudio Graziano e il presidente dell’Anfim Rosina hanno deposto una corona d’alloro al sacrario del Mausoleo delle Fosse Ardeatine che ricorda l’eccidio. Presenti, assieme ai bersaglieri e ai parenti delle vittime, anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il presidente del Senato Piero Grasso, il ministro della Difesa Roberta Pinotti, Danilo Errico Capo di Stato Maggiore dell’Esercito italiano, il vice sindaco di Roma Luca Bergamo e il rabbino capo Riccardo di Segni.

Polemiche da parte del Pd per  l’assenza del sindaco Virginia Raggi, che si trova in vacanza in montagna. “Credo sia la prima volta nella storia della Repubblica, nata dalla Resistenza, che alla celebrazione in ricordo dei Martiri delle Fosse Ardeatine il Sindaco di Roma sia assente. Con la giustificazione che sta sciando”, ha detto Marco Miccoli, Deputato romano del PD.  “Cerimonia #fosseardeatine, assente la #Sindaca #Raggi: è la prima volta per la città. A #Roma anche la #MEMORIA va in vacanza”, ha scritto su Twitter la consigliera pd dell’Assemblea Capitolina Valeria Baglio.

“#FosseArdeatine primo luogo visitato con fascia tricolore. Sciacallaggio contro di me non si ferma neppure di fronte al valore della Memoria”. Così su Twitter il sindaco Virginia Raggi.