martedì 24 aprile 2018 14:23:19
omniroma

Formula E, convegno Smart Cities apre il “circus”
Raggi: esauriti 30mila biglietti, evento da ripetere

13 aprile 2018 Cronaca, Politica, Sport

Agag e Todt ringraziano Roma: ottimo livello di collaborazione 

Si è aperta questa mattina con il convegno ‘Smart Cities’ al museo delle arti e delle tradizioni la due giorni romana del ‘circus’ della Formula E. In attesa di vedere sfrecciare i bolidi elettrici per le vie dell’Eur, stamane tutti i protagonisti di questa tappa del Campionato Mondiale si sono incontrati per un convegno in cui si è discusso sul come trasformare le nostre città, spesso poco connesse, in delle Smart City. Argomento su cui si sono confrontati, fra gli altri, il presidente della FIA Jean Todt, il pilota Luca Filippi, l’assessore alla Mobilità Sostenibile di Roma Capitale, la sindaca di Roma Virginia Raggi, e l’assessore alla Mobilità sostenibile che nel suo intervento ha ricordato come l’obiettivo sia ridurre l’emissione di agenti inquinanti. Stiamo lavorando per servizi, azioni a medio lungo termine per costruire le infrastrutture utili alla mobilita’ elettrica e sostenibile, pianificando i prossimi 5-10 anni”. Nel suo intervento invece il fondatore e ceo della Formula E, Alejandro Agag, ha parlato della recente visita in Vaticano: “Mercoledì scorso siamo andati da Papa Francesco per un’udienza e una benedizione con una nostra monoposto elettrica. Stamattina abbiamo avuto la fortuna di incontrarlo di nuovo e mi ha chiesto dove avevo lasciato la macchina. E’ diventato un grande fan della Formula E e ci ha parlato del problema dell’inquinamento, di quello che lui ha chiamato smog”.

“La mobilità elettrica è una delle chiavi per risolvere inquinamento che affligge le nostre città. Dobbiamo attuare politiche preventive per evitare di rendere la nostra terra inospitale” perché “stiamo consumando e sprecando le nostre risorse e questo ci deve fare ragionare su politiche nuove ed un nuovo sistema di vita che ruoti intorno alla sostenibilità ambientale ed al rispetto del pianeta”. Questo uno dei passaggi dell’intervento della sindaca Virginia Raggi nel corso della conferenza sulle Smart City che di fatto apre la due giorni della Formula E a Roma. Parlando dei mezzi di trasporto elettrici la sindaca ha poi assicurato che “Roma è una cotta complesse ma accogliere e deve accogliere questa nuova tecnologia e dobbiamo coinvolgere i cittadini a questo cambiamento epocale che può essere il futuro. Su questa strada vedere bolidi sfrecciare per Roma è un grandissimo sostegno es un ‘boost’ in avanti”. “Secondo me questo manifestazione deve essere ripetuta anche perché sappiamo che l’anno prossimo la tecnologia consentirà di correre tutto il gran premio con una macchina. Inoltre abbiamo avuto una grande risposta dai romani ed i 30 mila biglietti sono andati esauriti appena sono stati messi in vendita”. Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha risposto a chi le chiedeva se anche l’anno prossimo il circus della Formula E tornerà a Roma.

Alejandro Agag, nel suo intervento ha voluto ringraziare per aver trovato “condizioni ottime e livello collaborazione da parte delle istituzioni”. Concetto ribadito anche dal Presidente FIA, che ha ringraziato la sindaca “per aver accettato ospitare questo grande evento: le difficoltà ci sono ma il sindaco Raggi ha avuto coraggio prendere questa decisione visto che 5 anni fa non riuscimmo a prendere un accordo”. Ringraziamenti anche da parte della sindaca Raggi “per essere qui perché voi credete in Roma”.

“Difficoltà con l’asfalto? Nessun problema”. Così il fondatore e Ceo della Formula E, Alejandro Agag, ha risposto ai cronisti che gli chiedevano se vi fossero stati problemi con l’asfalto delle strade romane per l’organizzazione del Gran Premio.