sabato 23 settembre 2017 20:06:05
omniroma

Fiumicino, positivi a “sniffer” esplosivi
Controllati due cittadini Bahrein

23 marzo 2016 Cronaca

Sono ancora trattenuti nell’aeroporto di Fiumicino e poi rilasciati i due passeggeri originari del Bahrein che questa mattina sono risultati positivi ai controlli del «naso elettronico»

utilizzato per verificare la presenza di tracce di materiale esplosivo. I due passeggeri, in partenza per Londra questa mattina, erano stati fermati dopo che un controllo a campione effettuato presso i varchi del terminal 3 con lo sniffer, la strumentazione per rilevare tracce di esplosivo sulle mani, aveva dato esito positivo. Alla richiesta di informazioni da parte degli addetti alla sicurezza, i due passeggeri si sarebbero giustificati spiegando che avevano usato una crema alla glicerina che avevano riposto nel bagaglio imbarcato sul volo. Fatto sbarcare dall’aereo in pista, il bagaglio è stato controllato ma dalle verifiche effettuate nessun materiale contenuto nella valigia, nemmeno la crema indicata dai passeggeri, avrebbe dato risultati positivi a un nuovo test fatto con lo sniffer. I due erano insieme a un connazionale che si è regolarmente imbarcato sul volo partito per Londra. Secondo quanto avrebbero riferito, i tre avevano soggiornato in un albergo del centro di Roma per alcuni giorni. Dopo gli approfondimenti da parte di artificieri, Digos e polizia scientifica, i due sono stati fatti partire.

Intanto è “psicosi” tra i viaggiatori in transito a Fiumicino dopo gli attentati di ieri a Bruxelles. Secondo quanto si apprende, sono decine le segnalazioni fatte alle forze dell’ordine in aeroporto per pacchi o bagagli “sospetti” notati dentro o fuori dai terminal. L’allerta nello scalo rimane massima, le procedure di sicurezza messe in atto dopo gli attentati di Bruxelles prevedono maggiori controlli documentali, ai passeggeri in entrata nello scalo e in arrivo all’aeroporto.