martedì 26 settembre 2017 16:30:09
omniroma

FESTA CINEMA, PRESENTATO ‘WALL OF DOLLS’ DI JO SQUILLO SU VIOLENZA DONNE

20 ottobre 2016 Cronaca

Presentato oggi in anteprima alla Festa del Cinema di Roma Wall of Dolls, documentario di Jo Squillo sulla campagna di comunicazione realizzata a Milano tramite 'Il muro selle bambole”, istallazione di stilisti, designer e artisti, che da circa 3 anni è divenuta simbolo della lotta contro i femminicidi. Jo Squillo e Valentina Piztalis, giovane donna sfregiata dall'acido, hanno ricordato l'importanza di sensibilizzare le istituzioni affinchè attuino strategie per contrastare il fenomeno. Testimonial di Wall of Dolls in quanto sopravvissute alla violenza, sono Lucia Annibali e Valentina Pitzalis, quest’ultima presente anche alla proiezione, vittime di un'incapacità di certi uomini di accettare un rifiuto o la fine di una relazione. I numeri non lasciano scanso a equivoci, dimostrano purtroppo che i femminicidi in Italia non sono affatto destinati a scomparire, bisogna convincersi che la violenza sulle donne è una piaga come la mafia o il terrorismo e che vanno stanziati fondi, avviati progetti e costituiti 'corpi' e istituti speciali per debellarla con un'iniziativa che coinvolga i giovani, le scuole e le famiglie. Ma oltre ai femminicidi e alle violenze più eclatanti, che finiscono sui giornali o almeno in denunce formali fatte alla polizia o ai carabinieri, esistono ragazze, madri e figlie che nel silenzio subiscono soprusi. Secondo i dati di Telefono Rosa almeno 8.856 donne sono state vittime di violenza e 1.261 di stalking. Si stima, inoltre, che il 90% delle donne non denunci atti di sopraffazione comunque subiti.