sabato 25 novembre 2017 06:48:08
omniroma

Ferragosto, controlli anti terrorismo e pattugliamenti in strada
Varato il Piano sicurezza delle forze dell’ordine per la Capitale

9 agosto 2016 Cronaca

Varato oggi, dopo una riunione con tutti i rappresentanti di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto e Polizia Roma Capitale, il piano “Ferragosto in sicurezza”.
L’accurato studio dello scenario e le notizie di intelligence hanno ispirato l’ordinanza di servizio del Questore D’Angelo che si fonda anche sulla condivisione tra i vertici delle forze dell’ordine promossa dal prefetto Basilone in sede del comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.
Presidio capillare del territorio, servizi specialistici e rafforzamento delle capacità di reazione antiterrorismo, i 3 pilastri fondamentali del piano di sicurezza articolato su tre giorni.
Sorvegliate speciale, durante la fascia diurna le località balneari: pattugliamento con auto e moto sul lungomare, personale in abiti dissimulati tra i bagnanti, unità navali delle Forze dell’Ordine e della Capitaneria di Porto sullo specchio di mare e sul fiume Tevere. Concorrono anche le moto d’acqua. A vigilare sull’intero tratto, un elicottero dotato di sistemi di riprese e trasmissione delle immagini in sala operativa della Questura. In città presidi rinforzati in tutte le località di interesse turistico soprattutto nelle ore serali in cui romani e turisti si incontreranno nei locali e nelle zone di movida.
Pattuglie a cavallo di Polizia e Carabinieri vigileranno le aree verdi mentre le unità cinofile anti – droga saranno impegnate nelle zone dello spaccio. A rinforzare il dispositivo di prevenzione, gli specialisti del Nucleo Prevenzione Crimine aggregati di rinforzo alle volanti del Dipartimento di Pubblica Sicurezza. In azione anche le unità specializzate anti – terrorismo di Polizia e Carabinieri in pronto intervento nell’arco delle 24 ore. La polizia stradale, intensificherà i presidi e il monitoraggio sulla rete viaria mentre, gli specialisti della polizia di frontiera e della polizia ferroviaria, intensificheranno i controlli nei porti, aeroporti e stazioni ferroviarie. La capillarità del piano si avvale anche della collaborazione delle risorse dei militari dell’operazione “strade sicure” il cui valore aggiunto in termini di sicurezza è sempre di maggior rilievo.