sabato 25 novembre 2017 06:41:16
omniroma

FALSE FATTURE, RESTA IN CARCERE STEFANO RICUCCI

9 agosto 2016 Cronaca

Resta in carcere Stefano Ricucci, l’imprenditore romano finito agli arresti lo scorso 20 luglio nell’ambito di una inchiesta della procura di Roma per emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta. La decisione è stata presa dai giudici del riesame, che hanno respinto la richiesta di scarcerazione avanzata dai legali dell’imprenditore. L’indagine si inserisce in un più ampio contesto investigativo relativo al fallimento delle società del gruppo "Magiste", riconducibile all’immobiliarista Ricucci. Insieme a Ricucci, nella medesima inchiesta, sono coinvolte una decina di persone, tra le quali Mirko Coppola – raggiunto da ordinanza di custodia cautelare- e il giudice del Consiglio di Stato Nicola Russo, solamente indagato.