lunedì 11 dicembre 2017 03:22:13
omniroma

EXPO, A TEMPIO ADRIANO EVENTO CONCLUSIVO “SOTTO LE STELLE DEL LAZIO”

21 dicembre 2015 Omniparlamento

La Regione Lazio protagonista di una serata che ha concluso simbolicamente le numerose iniziative ideate e organizzate in occasione di Expo Milano 2015. L'evento si è svolto nella splendida cornice del Tempio di Adriano di Piazza di Pietra. La serata è stata anche l'occasione per aprire la strada a nuovi legati soprattutto al territorio in un connubio di bellezza, tecnologia e sviluppo sostenibile. Alla presenza del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti,e di Quirino Briganti, Coordinatore Expo Regione Lazio, Vincenzo Zottola, presidente di Unioncamere Lazio, Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma è stato presentato il volume “Sotto le Stelle del Lazio”.
Nel volume sono 23 gli chef stellati che hanno contribuito, con la realizzazione di un piatto basato su uno o più prodotti di eccellenza del territorio laziale, alla creazione di questo ricettario di prim'ordine: dalla tradizionale cacio e pepe alla variante con polvere di cozze e menta fritta. Dagli spaghetti “ajo e ojo” con telline del litorale romano ricci di mare e amaretto di Guarcino alla patata interrata. Gli ingredienti utilizzati rientrano nel paniere dei 100 prodotti che fin dalla fase iniziale dell'Esposizione Universale sono stati individuati per rappresentare al meglio la cucina romana e laziale. La Regione infatti offre un elevato numero di prodotti a marchio europeo Dop/Igp, rispettivamente 15 e 11, a cui si aggiungono 3 vini Docg, 27 Doc e 6 Igt. Sono invece 386 i Pat (prodotti alimentari tradizionali) che rendono il Lazio la terza regione italiana per numero dì specialità secondo l'ultimo elenco pubblicato dal Mipaaf. La serata è stata anche l'occasione per illustrare i numeri di Expo 2015 per quanto riguarda la Regione Lazio. Due milioni di visitatori, 37 giornate dedicate alla presentazione e di territori e prodotti di eccellenza, 184 giorni di degustazioni dei vini laziali e 50 etichette offerte da 36 imprese diverse. Questi sono solo alcuni dei numeri che riguardano la presenza della Regione nell'Esposizione Universale di Milano.