venerdì 27 aprile 2018 04:40:06
omniroma

EUR, RAPINANO CENTRO RIABILITATIVO MA VENGONO TRADITI DA CELLULARE: ARRESTATI

12 febbraio 2018 Cronaca

Si era introdotto all’interno di un centro riabilitativo con un complice, con il quale aveva già preparato vario materiale informatico da asportare, quando era stato sorpreso da un dipendente, nel frattempo sopraggiunto. I due non si erano persi d’animo e, anziché fuggire, asserendo di avere una pistola, lo avevano rinchiuso in uno stanzino e privato del cellulare, in modo tale da impedirgli di dare l’allarme. Avevano anche provato a smurare la cassaforte ma poi, attardatisi troppo, si erano alla fine dati alla fuga in fretta e furia, tralasciando anche di asportare la gran parte del materiale preparato. Immediate sono scattate le indagini degli investigatori del commissariato Esposizione, diretto da Filiberto Mastrapasqua, che hanno iniziato a raccogliere gli elementi per poter arrivare ad individuare i due. Decisivo, a tal fine, si è rivelato il cellulare rapinato. Dopo qualche tempo, infatti, lo smartphone è entrato nuovamente in funzione e gli agenti hanno così potuto rilevare l’utenza, relativa alla sim che era stata introdotta nell’apparecchio. Da lì a rintracciare il possessore il passo è stato breve. Identificato per R.B., romano di 72 anni, in casa i poliziotti hanno ritrovato il cellulare in questione. Poi, nel corso di una individuazione fotografica, il dipendente rapinato ha riconosciuto senza incertezze il 72enne come uno dei due rapinatori. Gli elementi raccolti sono stati così comunicati alla Procura che, concordando con le risultanze investigative, ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di R.B., arrestato dagli uomini del commissariato Esposizione e condotto presso il carcere di Regina Coeli. Proseguono intanto le indagini per cercare di individuare il complice.