domenica 20 agosto 2017 04:00:01
omniroma

EQUITALIA, DA LUNEDÌ SPORTELLO OVER 65 A ROMA E NEL LAZIO

23 luglio 2016 Cronaca

“Arriva in tutti gli sportelli di Roma e nei capoluoghi di provincia del Lazio un nuovo servizio di Equitalia. Da lunedì 25 sarà attivo “+65”, il progetto voluto dall’amministratore delegato del gruppo, Ernesto Maria Ruffini, che vuole essere una sorta di corsia preferenziale riservata alle persone con più di sessantacinque anni di età e ai loro coniugi. Un “gate” dove poter ricevere un’assistenza specifica, chiarire dubbi, avere ogni informazione su rateizzazioni, rimborsi, fermi o ipoteche e per conoscere gli strumenti di autotutela previsti dalle norme. Dopo l’ottimo risultato delle prime sperimentazioni partite a maggio scorso, negli sportelli di Roma in via Palmiro Togliatti e di Ostia, di Viterbo e poco dopo a Rieti e quindi Frosinone e Latina, lunedì ‘+65’ sarà attivo anche negli sportelli di via Cristoforo Colombo e di via Aurelia.
Il servizio “+65” sarà svolto nei consueti orari di apertura (gli uffici di Roma sono aperti fino alle 15,15 da lunedì al venerdì) all’interno dello “Sportello Amico” che fornisce assistenza riservata a casi particolari.
Allo sportello “+65” è possibile eseguire tutte le operazioni, esclusi i pagamenti che possono essere effettuati, oltre che alle casse di Equitalia, anche all’esterno utilizzando gli altri canali a disposizione: l’app Equiclick, uffici postali, sportelli bancari, punti Sisal e Lottomatica, tabaccai e il portale www.gruppoequitalia.it. Inoltre è attivo da poche settimane il servizio telefonico Pronto Equitalia con il nuovo numero unico 06.0101. Il progetto è destinato agli over 65 che in 150mila nel 2015 sono stati assistiti negli sportelli di Roma e che rappresentano il 30% dei 500mila di pensionati che lo scorso anno hanno fatto visita ai 203 sportelli del gruppo in Italia e vuole essere un ulteriore passo verso il continuo miglioramento del rapporto tra Equitalia e i cittadini, pensato anche per andare incontro alle esigenze di chi ha minore familiarità nell’uso degli strumenti digitali”. Lo comunica, in una nota, Equitalia.