lunedì 28 maggio 2018 09:59:13
omniroma

Si vota per Parlamento e Regione
Affluenza definitiva intorno al 73-74%

4 marzo 2018 Omniparlamento, Politica

Per le Regionali nel Lazio ha votato il 50,89%

Secondo i dati del Viminale relativi alle ore 23, relativi a 4.954 su 7.958, l’affluenza per le elezioni della Camera dei deputati si attesta al 73,79%. Alle scorse politiche del 24-25 febbraio 2013 era stata del 75,44%.

Secondo i dati del sito del Viminale relativi a oltre un terzo dei comuni del Lazio – 138 su 378 – l’affluenza definitiva alle ore 23 alle elezioni regionali è di circa il 68%. Alle precedenti regionali del 24-25 febbraio 2013, l’affluenza era stata del 70,39%.

Secondo i dati del sito elettorale di Roma capitale, alle 19 il municipio in cui l’affluenza alle elezioni regionali è stata maggiore è il Municipio 3 con il 52,51%. Ultimo il Municipio 15 47,89.
Di seguito l’affluenza alle 19 nei 15 municipi:

Municipio 01- 48,45;
Municipio 02- 50,95;
Municipio 03- 52,51;
Municipio 04- 51,14;
Municipio 05- 50,36;
Municipio 06- 46,85;
Municipio 07- 52,36;
Municipio 08- 49,13;
Municipio 09- 51,01;
Municipio 10- 48,94;
Municipio 11- 49,57;
Municipio 12- 50,77;
Municipio 13- 48,69;
Municipio 14- 48,31;
Municipio 15- 47,89.

Urne aperte per il rinnovo del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. Alle ore 12 per le elezioni politiche per il rinnovo della Camera a livello nazionale ha votato il 19.43% degli aventi diritto (7.958 Comuni su 7.958). Lo si rileva dal sito del ministero dell’Interno. Nella precedente tornata elettorale del 2013, che però si svolse in due giorni, alla stessa ora si era recato alle urne il 14,94% degli elettori per la Camera. Nel Lazio ha votato il 18.88% degli aventi diritto. Il dato si riferisce a 378 Comuni su 378 .  La provincia dove al momento c’è la maggiore affluenza è Roma con il 19.42% degli aventi diritto, seguita Rieti con il 17,87%, Latina col 17.77%, da Viterbo col 17.59%, e da Frosinone con 16.89%. Relativamente alle elezioni Regionali nel Lazio ha votato il 17.33% degli aventi diritto. La provincia in cui si è registrata la maggior percentuale di affluenza alle urne è quella di Roma dove ha votato il 17.73% seguita da Rieti dove ha votato il 17.09% degli aventi diritti. Segue quella di Viterbo col 17.05%, Latina col 16,81% e infine Frosinone col 14,92%.
ioe
Gli elettori sul territorio nazionale, sulla base dei dati del Ministero dell’Interno riferiti al quindicesimo giorno antecedente la data delle elezioni, sono, per la Camera dei Deputati, 46.604.925, di cui 22.430.202 maschi e 24.174.723 femmine, per il Senato della Repubblica 42.871.428, di cui 20.509.631 maschi e 22.361.797 femmine, che eleggeranno 618 deputati e 309 senatori. Le sezioni saranno 61.552.
Gli elettori della circoscrizione estero, sulla base dei dati dell’apposito elenco definitivo, sono, per la Camera dei Deputati 4.177.725, e per il Senato della Repubblica 3.791.774, ed eleggeranno, rispettivamente, 12 deputati e 6 senatori.
Tre le schede che saranno consegnate agli elettori (soltanto due agli under 25, che non votano per il Senato): una di colore rosa per la Camera dei deputati, una gialla per il Senato e una verde per la Regione (solo in Lazio e Lombardia). Si vota solo dalle 7 alle 23. Al termine lo spoglio delle schede per Palazzo Madama, seguito immediatamente da quello per Montecitorio. Lo scrutinio delle regionali inizierà invece lunedì, alle 14. Le schede saranno munite di un tagliando anti-frode che il presidente del seggio dovrà staccare prima di metterle nell’urna.

Urne aperte nel Lazio per l’elezione del nuovo presidente e dei consiglieri dell’assemblea regionale. Al voto 4.810.430 cittadini del Lazio, di cui oltre 2 milioni a Roma.
Il governatore uscente Nicola Zingaretti è sostenuto da una coalizione di centrosinistra composta da Pd, Insieme, +Europa, Liberi e Uguali, Lista Civica Nicola Zingaretti e Centro Solidale per Zingaretti. Stefano Parisi, candidato del centrodestra, è sostenuto da invece Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Energie per l’Italia, Noi con l’Italia. Il M5s schiera Roberta Lombardi. Sergio Pirozzi è appoggiato dalla lista civica che porta il suo nome e dalla ‘Lista Nathan’. Jean-Leonard Touadì è il candidato presidente per la lista Civica Popolare. Mauro Antonini è candidato presidente per Casapound. Elisabetta Canitano è la candidata presidente di Potere al Popolo. Stefano Rosati è candidato governatore per la lista Riconquistare l’Italia, mentre la Democrazia Cristiana candidata Giovanni Paolo Azzaro.