giovedì 23 novembre 2017 04:55:21
omniroma

DROGA, GIUDIZIO IMMEDIATO PER QUATTRO CARABINIERI ARRESTATI DAI COLLEGHI

5 agosto 2016 Cronaca

Giudizio immediato per i quattro carabinieri della quinta sezione del Reparto operativo – nucleo investigativo del comando provinciale di Roma arrestati, lo scorso mese di febbraio, dai loro stessi colleghi con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e peculato. A finire a processo, insieme ad altri due persone coinvolte nella medesima inchiesta, sono i sottufficiali Antonio De Cristofaro, Massimiliano Marrone, Bruno Sepe e Claudio Saltarelli. La richiesta di giudizio immediato, inoltrata dal pm Barbara Zuin, è stata accolta dal gip Anna Maria Fattori, che ha fissato l’avvio del processo al prossimo mese di ottobre. Secondo l’accusa, i quattro militari dell’Arma, tra i mesi di maggio e settembre del 2015, sfruttando una rete composta da almeno sei compiacenti informatori-spacciatori "acquisivano la sostanza stupefacente mediante interventi di polizia giudiziaria" o sottraendola direttamente dai locali dei loro uffici adibiti alla custodia dei corpi di reato. In particolare, in un caso, Marrone, De Cristofaro e Sepe, dopo essersi impossessati di parte della droga sequestrata nel corso di una operazione (700 grammi di cocaina e due chili di hasish) e di 43mila euro trovati in casa dello spacciatore perquisito, avrebbero consegnato "parte di quanto acquisito" allo stesso informatore-spacciatore che li aveva indirizzati in precedenza, "a titolo di compenso" della soffiata.