mercoledì 20 settembre 2017 22:04:39
omniroma

Da S.Pietro alla Nuova Zelanda
Tutte le Porte sante del Papa

8 dicembre 2015 Cronaca, focus

Oggi si apre il Giubileo della Misericordia. Monsignor Rino Fisichella, ‘regista’ del Giubileo per la Santa Sede, ha spiegato quali saranno le prime tappe dell’anno giubilare […]. “La celebrazione di apertura della Porta Santa avverrà l’8 dicembre in piazza san Pietro a partire dalle 9.30 – ha esordito – Sarà introdotta dalla lettura di alcuni brani delle quattro costituzioni conciliari. In quella data ricorre il cinquantesimo anniversario della conclusione del Concilio Ecumenico Vaticano II. La lettura di questi brani intende far ripercorrere l’insegnamento derivato da quell’evento”.
Monsignor Fisichella ha proseguito: “La celebrazione eucaristica vedrà portare l’Evangelario preparato appositamente per il Giubileo da padre Rupnik. Un’opera d’arte che vede riprodotto in mosaico, sulla copertina, il logo del Giubileo”. Sulla cerimonia di apertura della Porta Santa, Fisichella ha sottolineato che “sarà seguita in mondovisione e che il Papa chiederà l’apertura della Porta e l’attraverserà. Dopo di lui i Cardinali, i vescovi e rappresentanti di sacerdoti, religiosi, religiose e laici varcheranno la porta recandosi in processione fino alla tomba dell’apostolo Pietro: lì si svolgerà il rito conclusivo dell’eucaristia. Dopo, il Papa reciterà l’angelus dalla finestra su piazza San Pietro”.
Il programma di apertura del Giubileo proseguirà il 13 dicembre, come ha precisato monsignor Fisichella: “Domenica 13 dicembre, per la prima volta nella storia dei Giubilei, saranno aperte le porte sante in tutte le cattedrali del mondo. Papa Francesco ha desiderato che il Giubileo della misericordia si svolgesse anzitutto nelle chiese particolari, ed è per questo che ha voluto l’apertura a Bangui, facendola diventare la capitale mondiale della pace, un gesto altamente significativo”. “Tra le chiese che ci hanno dato comunicazione dell’apertura della Porta Santa, meritano di essere ricordate – ha concluso – la cattedrale di Santo Spirito a Istanbul, dei santi Pietro e Paolo a Ratnapura nello Sri Lanka, di Cristo re de Mushasha a Gitela in Burundi, e altre in Nuova Zelanda, Brasile, in Corea del Sud e a Beirut”.