martedì 19 settembre 2017 19:09:35
omniroma

CORRUZIONE, AI DOMICILIARI OTTO IMPRENDITORI PER LAVORI ASILI

19 dicembre 2016 Cronaca

Sono complessivamente otto gli indagati finiti agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla procura di Roma su un presunto giro di corruzione per una serie di lavori mai eseguiti in alcuni asili e scuole materne di Roma. In particolare, tra i 27 indagati coinvolti nell’indagine portata a termine dai finanzieri del Nucleo Speciale Anticorruzione, ai domiciliari sono andati gli imprenditori Antonio Angelini, Fiorello Bucci, Daniele Germani, Daniele Di Re, Omar Cavezzan, Alessandro Pincarelli, Ezio Pompa, Daniela Talone, Luca Mascarucci e Pietro Di Cori. Oltre agli imprenditori, risultano iscritti nel registro degli indagati anche alcuni funzionari pubblici di Roma Capitale. In questo caso, però, non sono state emesse misure cautelari da parte del Gip. Nel caso di Antonio Adamo, Bruna Benni e Filippo Dicembre (all’epoca dei fatti, al XVI municipio), il giudice ha evidenziato che “la risalenza temporale dei fatti accertati esclude, con evidenza, l’attualità delle esigenze cautelari” e “le attuali cariche ricoperte dagli indagati” (Benni ed Adamo) “consentono per ciò solo di giungere a diverse conclusioni”. Stessa conclusione anche per Roberto Botta, Antonio Cataldo, Fabrizio Marano e Maurizio di Tosto.