sabato 23 settembre 2017 11:22:56
omniroma

CONSIGLIO STATO, PAJNO: EFFICIENTE E TEMPESTIVO PROMUOVE ADESIONE A NORME

31 gennaio 2017 Cronaca

“L’esigenza di dare risposta all’aumento dell’incertezza del cittadino assegna, per dire così, un nuovo ruolo al giudice amministrativo: quello di contribuire alla riduzione dell’incertezza ed alla ri-costruzione della fiducia nella capacità dell’ordinamento di dare risposte effettive”. Così il presidente del Consiglio di Stato Alessandro Pajno in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario 2017. “L’elemento che più appare rarefatto nella società contemporanea è la fiducia – prosegue Pajno – La fiducia è un potente strumento di riduzione dell’incertezza ed è, per ciò solo, un fondamentale fattore di coesione. Nelle società complesse vi è sempre un grado di incertezza che non può essere eliminata né può essere governata con la semplice moltiplicazione delle regole. In un certo senso, anzi, l’iper-regolazione è un fenomeno tipico di sistemi nei quali prevale la sfiducia; poiché non ci si fida gli uni degli altri, si cerca di sostituire la cooperazione con la coazione, imposta appunto attraverso le regole. La fiducia, invece, ove esistente, consente la cooperazione volontaria, meno costosa e più produttiva della coazione”. A fronte della necessità di recuperare il senso della fiducia e di abbattere quello dell’incertezza, Pajno sottolinea: “Una giustizia efficiente e tempestiva, chiara nelle sue decisioni e coerente nei suoi orientamenti, efficace nell’esecuzione, è in grado di rendere poco convenienti i comportamenti che, violando le regole, tradiscono la fiducia, e di promuovere, invece, la cooperazione e l’adesione volontaria al precetto normativo”.