martedì 26 settembre 2017 21:44:18
omniroma

Concorsone, Comune: 485 assunzioni
Raggi: “Al lavoro per altre 100”

17 ottobre 2016 Politica

Domani sindaco incontra De Vincenti a Palazzo Chigi

“Entro la fine del 2016 Roma Capitale procederà all’assunzione di 485 unità di personale individuate tra i soggetti vincitori del maxi-concorso. Le prime lettere indirizzate ai vincitori delle procedure di selezione partiranno nei prossimi giorni. La giunta della sindaca Virginia Raggi sblocca così la vicenda del cosiddetto “concorsone” che si trascina da anni”. Lo comunica, in una nota, il Campidoglio. “Diverse le figure professionali che entreranno a far parte dell’amministrazione capitolina – prosegue la nota – entro ottobre saranno assunti 31 ingegneri, 8 curatori storici dell’arte, 6 curatori archeologi, 2 dietisti, 2 istruttori amministrativi, 1 funzionario per i servizi di orientamento al lavoro; entro novembre arriveranno 47 istruttori amministrativi e 3 statistici; infine entro dicembre saranno chiamati 139 istruttori economici, 38 architetti , 40 istruttori per servizi culturali, turistici e sportivi, 84 istruttori amministrativi, 18 esperti di sviluppo servizi informatici e telematici, 10 funzionari per servizi di orientamento al lavoro, 8 funzionari dei processi comunicativi e informativi, 6 funzionari delle biblioteche, 5 istruttori per servizi di orientamento al lavoro.
A questi si aggiungono 37 residui di assunzioni (18 istruttori Urp rientranti nelle categorie protette, 7 ingegneri, 5 istruttori amministrativi, 4 esperti informatici, 2 istruttori servizi culturali, un dietista).
“Abbiamo sbloccato una vicenda che da troppo tempo e tanti anni era rimasta incagliata tra false promesse della vecchia politica e storture burocratiche – spiega il delegato della sindaca al Personale Antonio De Santis – Una vicenda spesso strumentalizzata a fini elettorali e a cui la giunta Raggi ha voluto subito trovare una soluzione già nelle note ristrettezze di bilancio ereditate dal passato. Siamo anche al lavoro per ottenere la migliore allocazione possibile del personale già in organico, privilegiando il rafforzamento delle strutture periferiche e con maggiori carenze”.

“La nostra giunta ha sbloccato le assunzioni per i vincitori del cosiddetto ‘concorsone’. Entro la fine dell’anno, procederemo all’assunzioni di 485 figure professionali, che rafforzeranno la macchina amministrativa con un’iniezione di competenze ed entusiasmo”. Così, in una nota, il sindaco di Roma Virginia Raggi.
“Siamo riusciti a superare le criticità che, a causa dell’inerzia delle precedenti amministrazioni, hanno impedito per troppo tempo a queste persone di veder riconosciuto un loro diritto – aggiunge – E non abbiamo intenzione di fermarci qui. Dopo averlo sbloccato, integreremo il piano assunzionale con un intervento che porterà ad altre 100 assunzioni, già nel 2016: questo nuovo piano sarà possibile grazie ad uno stanziamento di oltre 2,5 milioni di euro che otterremo dal taglio dei comandi da altre amministrazioni, dei contratti a tempo determinato ex art. 110 e delle alte specializzazioni dell’ufficio stampa. Contemporaneamente, sin dal primo giorno del nostro insediamento abbiamo avviato una fitta attività di analisi dei processi amministrativi finalizzando il lavoro alla migliore riallocazione delle risorse in seno all’ente e cercando di dare respiro alle strutture periferiche maggiormente in sofferenza”. “Valorizzazione del merito, riconoscimento dei diritti, riduzione degli sprechi: sono alcuni dei principi con cui intendiamo rigenerare l’amministrazione comunale, per renderla sempre più efficiente e al servizio dei cittadini” conclude Raggi.

E domani, dopo settimane di schermaglie a distanza, si terrà il primo incontro tra il Campidoglio e il Governo. In tarda mattinata, infatti, il sindaco Raggi, insieme all’assessore al Bilancio Andrea Mazzillo, si recheranno a Palazzo Chigi dove incontreranno il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti. All’ordine del giorno, su tutto, la questione del salario accessorio dei dipendenti capitolini.