venerdì 20 ottobre 2017 14:20:27
omniroma

Comune, Raggi debutta in Aula
Sindaco porta su scranno figlio Matteo

7 luglio 2016 Omniparlamento, Politica

Debutto in aula Giulio Cesare per il sindaco Virginia Raggi, la nuova giunta capitolina e i nuovi consiglieri comunali. Alle 15, infatti, ha preso ufficialmente il via la nuova consiliatura,

con una seduta che sarà trasmessa in diretta streaming sul blog di Beppe Grillo. “Giornata storica, cittadini che riprendono in mano la loro città dopo anni abbandono della politica”, ha scritto su Twitter la Raggi.

Lunghi applausi all’arrivo del sindaco di Roma, Virginia Raggi, sul suo scranno in Assemblea capitolina.

Nell’Aula Giulio Cesare, per il primo Consiglio comunale dell’era Raggi, ci sono anche il marito della neo eletto sindaco Andrea e il figlio Matteo. Sono seduti in seconda fila per assistere alla prima Assemblea capitolina post-elezioni. “Sono molto emozionato e molto contento”, ha detto il marito. “Le ho fatto gli auguri? Certo”, ha risposto ai cronisti.

Il nuovo sindaco ufficializzerà la giunta, dalla quale è stato escluso last minute il rugbista Andrea Lo Cicero, che pur augurando un in bocca al lupo a Raggi e alla giunta non nasconde la propria amarezza. “Lo sport ha rappresentato una parte fondamentale della mia vita, ed una parte fondamentale della mia vita l’ho passata a Roma – ha scritto su Facebook – Ricoprire la carica di Assessore allo Sport di questa meravigliosa città, lavorare insieme a Virginia e a tutti i cittadini romani al rilancio della nostra Capitale, sarebbe stato un enorme privilegio ed una altrettanto grande responsabilità. Ho appreso con un certo stupore, ieri, della volontà di non dare seguito alla mia nomina già annunciata in precedenza sin dalla campagna elettorale, ma come nel rugby ci si mette al servizio della squadra accettando le scelte dell’allenatore, così nella vita è giusto mettersi al servizio del bene più alto, quello della collettività e dei cittadini. Lo sport mi ha insegnato la disciplina, il rigore e l’onestà e non ho intenzione di venir meno ai miei principi. A Virginia e a tutta la giunta, il più rugbistico degli ‘in bocca al lupo’”. Infine Matteo, figlio di Virginia Raggi, ha potuto provare l’emozione di sedere sullo scranno del primo cittadino in Aula Giulio Cesare. Durante le votazioni per i vicepresidenti d’Aula, Raggi è scesa tra il pubblico e ha preso il figlio, accompagnandolo tra i banchi, fino allo scranno del sindaco.