giovedì 26 aprile 2018 06:14:18
omniroma

COMUNE, IN AULA DELIBERA SU PIAZZA NAVIGATORI E MODIFICA A COMMERCIO AMBULANTE

20 marzo 2018 Politica

Arrivano in assemblea capitolina, tra oggi e giovedì, con l’Aula Giulio Cesare convocata dalle 14 alle 21, due delle delibere più attese degli ultimi mesi. La prima inerente al “Piano di Assetto e di Riqualificazione Urbana degli ambiti di Piazza dei Navigatori e Viale Giustiniano Imperatore”, è stata già approvata in Giunta Capitolina ed ha ottenuto il parere favorevole della commissione urbanistica, dove tuttavia nel corso della seduta di venerdì scorso la consigliera dissidente M5s Cristina Grancio, ha votato in maniera contraria, rispetto alla maggioranza pentastellata. La seconda, tra le delibere attese, è quella inerente alla “Modifica del Regolamento delle Attività commerciali sulle aree pubbliche approvato con deliberazione dell’Assemblea Capitolina n. 30 dell’1 giugno 2017 con ripubblicazione integrale”, la cosidetta delibera Coia, contestata dalla categorie di commercianti su area pubblica fin dall’approvazione nel giugno scorso e che al netto delle modifiche apportate acconsente all’uso di stand, che siano però alti massimo 1,5 mt e l’esposizione di merci appese al di fuori degli spazi del mercato, ma non a fronte negozio: due dei punti che erano stati contestati dalle categorie. Tra gli altri atti al vaglio dell’assemblea capitolina, oltre a tredici delibere per il riconoscimento di debiti fuori bilancio, anche numerose mozioni e alcune delibere proposte dall’opposizione tra cui quella a prima firma del consigliere dem, Orlando Corsetti, inerente alla “Regolarizzazione delle concessioni già scadute e dei casi di occupazioni senza titolo degli immobili di proprietà comunale ascritti al patrimonio disponibile e indisponibile destinati alle assegnazioni ad uso sociale, ivi compreso quello sanitario, assistenziale, culturale, sindacale, ricreativo sportivo, di tutela ambientale e politico, ad eccezione dei partiti politici e loro articolazioni politiche-organizzative di cui alla legge rr. 194/75”.