martedì 26 settembre 2017 03:50:25
omniroma

COMUNE, DI COLA (CGIL): IN 4 ANNI PERSI 1.800 DIPENDENTI E 3,8% SALARI

6 febbraio 2016 Politica

“SalarioAccessorio?: per i servizi ai cittadini e le buste paga dei dipendenti capitolini è una doppia mannaia. Serve il ?‎ContrattoSubito?. Da lunedì si riparte con la trattativa per superare l'atto unilaterale e per un vero piano assunzionale”. Lo scrive, sulla sua pagina Facebook, Natale Di Cola (Fp Cgil).
“Un bel report della Fp Cgil Nazionale – scrive il sindacalista – che gira in queste ore sui media e sui social ci fornisce un dato interessante, che oltre a confermare le denunce del sindacato sull'impoverimento del lavoro pubblico, ci parla dell'indebolimento del sistema, perché il salario accessorio previsto dai contratti integrativi finanzia servizi pubblici. Un indebolimento della macchina capitolina – in soli 4 anni perse 1.800 unità, con oltre il 7% di personale in meno – che pagano i cittadini con servizi meno efficienti e tempestivi. 'Buste paga sempre più leggere per i dipendenti comunali. Maestre, polizia locale, amministrativi e altri hanno registrato un calo del salario tra il 2010 e il 2014 di circa il 2,5%, per una cifra in meno nelle tasche pari a 740 euro. Va peggio ai romani che hanno subito tra il 2010 e il 2014 un calo complessivo del salario del -3,87% pari a -1.216,9 euro. Per quanto riguarda il segmento accessorio della busta paga, i capitolini hanno registrato una flessione del -13,07%, pari cioè a -827,82 euro'. Dati ufficiali, quelli del Conto Annuale della Ragioneria Generale dello Stato, che non tengono conto dell'atto unilaterale della Giunta Marino – spiega – che ha prodotto i suoi effetti nel 2015, falcidiando ulteriormente i salari. Lunedì riparte la trattativa per restituire ai lavoratori del Comune di Roma la loro dignità e ai cittadini un contratto integrativo e un vero, grande piano assunzionale per il rilancio servizi pubblici”.