martedì 26 settembre 2017 13:08:46
omniroma

Comune, Aula apre con minuto silenzio per Fo
Approvata variazione bilancio: fondi al sociale

20 ottobre 2016 Politica

Verso arrivo Mileti come segretario generale ComuneE’ in corso in Campidoglio la seduta dell’Assemblea capitolina, apertasi al terzo appello. Dopo l’inno d’Italia è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo di Dario Fo, scomparso la scorsa settimana. Ma non dai consiglieri comunali di Fratelli d’Italia: “In Aula Giulio Cesare minuto di silenzio per Dario Fo. Per le vittime italiane dell’attentato in Bangladesh di quest’estate non fu osservato il silenzio perché non romani – ha scritto su Facebook il consigliere e vicepresidente dell’Aula Giulio Cesare Andrea De Priamo – Ma a parte questo insieme ai miei colleghi di Fdi non ho partecipato perché, al di là di qualsiasi altro giudizio, Dario Fo come Franca Rame non mi risulta abbiano mai chiesto scusa per l’indegno ‘soccorso rosso’ dato a suo tempo agli assassini dei fratelli Mattei. Mi dispiace ma io non posso e non voglio dimenticare…”. Stamattina erano andati a vuoto due appelli per verificare se fosse presente in aula il numero legale per iniziare i lavori. Nel frattempo, i giornalisti e il pubblico erano stati tenuti fuori da Palazzo Senatorio. A confermare ai cronisti che i due appelli sono andati a vuoto alcuni consiglieri capitolini dell’opposizione. Su Twitter, la consigliera del Pd Valeria Baglio, lamenta il ritardo sui lavori che dovevano aver inizio alle 9: “Secondo appello per Assemblea Capitolina: 43 minuti di ritardo su lavori inizio aula #openCampidoglio”, scrive in un tweet. Più tardi, in apertura di seduta, il presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito ha commentato: “Voglio salutare i giornalisti presenti, ho saputo del disguido” legato all’ingresso in Aula Giulio Cesare, “ci adopereremo per mettervi sempre nelle condizioni di lavorare in Campidoglio in maniera migliore e più idonea”. E ha sottolineato che “l’entrata dovrebbe avvenire a seduta aperta ma questa è la casa dei cittadini…”.

L’Assemblea ha approvato la variazione di bilancio determinata con delibera di giunta del 30 settembre con 26 voti favorevoli, 6 astenuti (Sinistra per Roma, Pd e Lista civica Giachetti) e 6 contrari (i consiglieri del centrodestra). 
A illustrare la delibera in Aula era stato l’assessore al Bilancio, Andrea Mazzillo: “Abbiamo provveduto con urgenza a disporre questa deliberazione in quanto ci sono arrivate diverse richieste in merito all’esigenza di coprire servizi indispensabili legati ai servizi sociali. Abbiamo garantito ai municipi la possibilità di continuare a erogare servizi di assistenza ad alunni con disabilità, assistenza domiciliare a disabili, assistenza a anziani e minori, copertura delle rette di minori dati in affido dopo provvedimenti dell’autorità giudiziarie”.

Intanto, a quanto si apprende, il nuovo segretario generale del Comune potrebbe essere Pietro Paolo Mileti, che ha ricoperto finora lo stesso ruolo a Genova.