lunedì 25 settembre 2017 08:08:51
omniroma

Comunali, Bertolaso sfida Salvini
“Alle sue primarie non voto”

23 febbraio 2016 Senza categoria

“Primarie? Salvini mette in piedi una serie di gazebo in qualche parte della città. Non le chiamerei primarie, magari si tratta di consultazioni da gazebo”.

Così, il candidato sindaco di centrodestra Guido Bertolaso, nel corso della trasmissione “Un giorno da pecora”. A chi gli chiede se abbia intenzione di partecipare alla consultazione, Bertolaso risponde: “Io andrò a votare alle comunali per la scelta del sindaco di Roma”. Poi, in polemica contro l’iniziativa promossa dal leader della Lega Matteo Salvini, “si parla di primarie solo a Roma, non in altre città. La politica continua ad essere una contraddizione, sono contento di non essere un politico”.

Se dalle consultazioni promosse dalla Lega emergesse che il candidato più votato tra gli elettori di centrodestra non è Guido Bertolaso, Bertolaso si ritirerebbe dalla corsa a sindaco? “Perché dovrei ritirarmi? Il voto sarebbe comunque espressione di una parte dell’elettorato di centrodestra”. Ha risposto così, Guido Bertolaso, nel corso della trasmissione “Un giorno da pecora”. A chi gli chiede quale candidato preferisca la Lega tra Francesco Storace e Alfio Marchini, Bertolaso risponde: “Non lo so, non so se Salvini voglia perdere. Il rischio è quello di un’ulteriore frammentazione”. Quella delle comunali a Roma “è una sfida possibile che rischia di diventare difficile per queste frammentazioni”.
Salvini ha cambiato idea? Ce l’ha con lei? “Credo che abbia una serie di problemi interni da risolvere che riguardano la Lombardia”, prosegue Bertolaso, secondo il quale attorno la vicenda sarebbe “un democratico gioco di riposizionarsi per evitare che qualcuno diventi più influente di lui”. Quale canzone dedicherebbe a Salvini? “Il ragazzo della via Gluck”, conclude Bertolaso.