martedì 26 settembre 2017 18:30:14
omniroma

“Commercio, Roma sta fallendo”
Confesercenti: “Chiuse 1.140 imprese”

25 marzo 2016 Economia

“Roma, la città dei commerci è ormai sull’orlo del fallimento. I consumi diffusi negli esercizi di vicinato non ripartono e le piccole imprese, ormai indebitate, chiudono. Senza politiche reali di sostegno, il tessuto economico che caratterizza Roma sta scomparendo. Una vera e propria desertificazione è in atto”. E’ questa l’analisi che emerge dai dati raccolti ed elaborati dalla Confesercenti.

“Il dato che scaturisce dall’analisi dell’andamento delle chiusure e delle aperture di questo primo bimestre dell’anno è fortemente negativo – spiega Confesercenti – I dati confermano un trend che dura ormai da diversi anni e si è incrementato, in particolare, in questi ultimi cinque anni di piena crisi economica e dei consumi. Secondo l’indagine, nei primi due mesi dell’anno in corso, nella provincia di Roma, si sono perse 94 imprese del settore alimentare e 630 del settore non alimentare, per un totale di 724. Si tratta di un dato che rielaborato ci consente di stimare la chiusura complessiva di circa 1140 imprese al termine del primo trimestre dell’anno. A fronte di questo dato molto negativo lo stesso risulta appena attenuato dalle nuove aperture che si sono fermate, nella provincia di Roma, a 28 nel settore alimentare e 156 nel settore non alimentare. Un dato, quest’ultimo, che, stimando la tendenza, potrebbe crescere a fine trimestre per arrivare a 270 nuove aperture, contenendo, ma solo molto parzialmente il trend negativo. Allargando l’orizzonte al territorio della regione Lazio, il dato analizzato ci fa stimare in 910 le imprese chiuse in assoluto (oltre 450 al mese in questo primo bimestre), un dato che sulla base trimestrale sale a 1340 imprese chiuse dall’inizio dell’anno”.