venerdì 21 luglio 2017 00:43:05
omniroma

Ambulanti occupano piazza Bocca Verità
Ma alla fine è accordo con l’M5S

3 luglio 2017 Cronaca, Politica

Una trentina di furgoni degli ambulanti della città hanno occupato piazza della bocca della verità, di fronte all’arco di Giano, sotto la sede dell’assessorato al commercio, per protestare contro l’approvazione della delibera Coia, licenziata meno di un mese fa dall’assemblea capitolina e che dovrebbe regolare il commercio su area pubblica in città. Accanto alle tradizionali scritte No Bolkestein, questa mattina, gli ambulanti hanno attacco sui loro furgoni fogli dove si legge “No Coia, no guai. Ritiro subito della delibera ammazza ambulanti” o ancora “Coia il popolo ambulante resiste, resiste, resiste”. Non mancano anche le polemiche con alcune sigle sindacali: molti hanno attaccato ai loro mezzi dei cartelli gialli con scritto in nero “Fiva e Anva non ci rappresentate”. Intanto una delegazione di una quindicina di ambulanti, è salita dentro il palazzo dell’assessorato per parlare con l’assessore Adriano Meloni e il presidente della commissione Commercio (e ideatore della delibera), Andrea Coia.

A fine giornata è stato trovato comunque un accordo:  “L’incontro è andato bene, già domani annunceremo delle novità”, ha detto il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito al termine dell’incontro con gli ambulanti in protesta.
“È andata abbastanza bene verrà tolta la parola la decadenza dalla delibera, forse già domani”, ha detto Ivano Zonetti di Ana (Associazione nazionale ambulanti).