mercoledì 18 ottobre 2017 00:18:46
omniroma

Riapre il mercato di San Teodoro
Raggi: modello per Farmer’s market

6 ottobre 2017 Cronaca, Politica

“Oggi realizziamo il sogno di riaprire un vero Farmer’s Market nel segno della legalità e della solidarietà”. Con queste parole la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha inaugurato il mercato di San Teodoro al Circo Massimo. Raggi al suo arrivo ha tagliato il nastro e poi rivolgendosi ai visitatori e produttori locali ha detto: “Quel sogno che era un’idea oggi lo tocchiamo con mano e possiamo sentirne i profumi”.
“Abbiamo voluto fare qui un percorso ad evidenza pubblica – ha spiegato l’assessore al Commercio, Adriano Meloni – A inizio anno abbiamo dovuto chiudere e fare un bando, vinto da Campagna Amica, che da spazio ai piccoli produttori e agricoltori. Ci saranno eccellenze locali ma anche spazi di solidarietà, con prodotti provenienti dai luoghi colpiti dal sisma, e punti didattico educativi”.
“All’inizio ci sono state un po’ di asperità ma è un sogno, nato con un po’ di scontro, e finito con una grande festa” ha sottolineato Raggi in riferimento ai malumori dei commercianti al tempo della chiusura.  “Qui c’è una filiera sana e corta, di prodotti che hanno una storia che viene raccontata ai consumatori dai produttori. Qui non si fa solo vendita ma anche educazione agroalimentare e con spirito di solidarietà perché abbiamo accolto i produttori delle aree sismiche. Non c’è solo un orto urbano ma circa 90 progetti di educazione agroalimentare”, ha concluso la sindaca prima di muoversi tra i banchi del mercato per salutare i produttori. “Roma  – ha detto poi Raggi – è il comune agricolo più grande d’Europa e abbiamo preso spunto da qui, da questo mercato, per avviare un vero e proprio regolamento dei Farmer’s market su Roma”.

“Il risultato è il migliore che potessimo aspettarci. Una proposta che ci vede lavorare in squadra con altre realtà come Cna, Slow Food e associazioni dei consumatori. Sono tre le caratteristiche di questa iniziativa: una rete economica che nasce dal basso, una comunità dove chi produce può parlare con chi consuma, uno spazio di solidarietà perchè ci sono i produttori delle aree terremotate”. Ha detto il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo.