martedì 26 settembre 2017 03:54:11
omniroma

Colosseo, Franceschini: ora avanti
Bergamo: Speriamo leale collaborazione

25 luglio 2017 Cronaca, Cultura, Omniparlamento

“Torna in essere l’architetto Galloni con il suo ruolo ad interim, e torna in essere la procedura internazionale di selezione del direttore, per cui hanno fatto richiesta 82 persone di cui 16 non italiani. La commissione” che valuterà  “è di alto livello internazionale e garantisce assoluta serietà per la scelta del direttore”. Lo ha affermato il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini nel corso di una conferenza stampa al Mibact all’indomani della decisione del Consiglio di Stato sul Parco Archeologico del Colosseo. “Stiamo facendo in modo che le procedure si completino nei prossimi mesi in modo che il nuovo direttore possa assumere l’incarico il 1 gennaio 2018”.  “Siamo pronti a discutere con il Comune ed il 2 agosto era già in programma un incontro con il sindaco ed il vicesindaco – ha aggiunto – Nel frattempo è arrivata questa sentenza ma io a quell’incontro andrò aperto ad individuare le possibili forme di collaborazione sul patrimonio culturale”.

“Il Consiglio di Stato ha ribaltato il pronunciamento del Tar partendo da una valutazione che noi non condividiamo, ma rispettiamo”. Lo ha detto il vicesindaco e assessore alla Cultura di Roma, Luca Bergamo, interpellato mentre lasciava il Campidoglio, sul pronunciamento del Consiglio di Stato sul parco archeologico del Colosseo. “La valutazione del Consiglio di Stato è che la costituzione del parco è un atto di riordino interno al Ministero e dunque all’atto di riordino in sé non si applica il principio della ‘leale collaborazione’ che però, come la sentenza stessa ribadisce, si deve applicare alla gestione conseguente – ha aggiunto – Ne prendiamo atto, ci aspettiamo che una leale collaborazione sia lo spirito con cui si ispiri il confronto con il ministro Franceschini che avverrà a breve”.