sabato 21 aprile 2018 09:30:29
omniroma

Cisterna di Latina, Cc spara a moglie
Poi uccide le figlie e si suicida

28 febbraio 2018 Cronaca

Ha aspettato che la moglie uscisse di casa per andare a lavorare alla Findus di Cisterna di Latina e le ha sparato due, forse tre colpi di pistola al volto. Poi ha preso le chiavi di casa ed é salito al secondo piano nell’appartamento in cui dormivano le due figlie di 8 e 12 anni e si é barricato in casa con loro.  Dopo ore di trattattive con i carabinieri si è consumata la tragedia. L’uomo ha ucciso le figlie e poi si è suicidato. A quanto riferito, infatti, dal colonnello dei carabinieri Vitagliano i militari hanno fatto irruzione nell’appartamento trovando il corpo dell’uomo che si è ucciso con l’arma di ordinanza e i corpi delle due bambine prive di vita.  L’omicida-suicida è Luigi Capasso,  appuntato in servizio alla compagnia di Velletri. All’origine del gesto la crisi tra lui e la moglie. Il matrimonio si era incrinato e i due si erano lasciati da alcuni mesi. Lei viveva nell’appartamento di parenti, dove l’uomo si era barricato.  Le trattative tra carabinieri e Capasso sono partite subito dopo che quest’ultimo si è barricato in casa, con un mediatore per tentare di convincerlo a desistere e liberare le bambine. “Temiamo per il peggio. Lui non è perfettamente limpido nel suo ragionare. Stanno cercando di convincerlo ad un epilogo della vicenda” – ha detto il colonnello Gabriele Vitagliano comandante provinciale di Latina durante le trattive. Ma purtroppo tutto questo non è servito ad impedire la tragedia.