giovedì 26 aprile 2018 06:05:53
omniroma

Cisterna, funerali di Martina e Alessia
Dolore della madre ancora in ospedale

9 marzo 2018 Cronaca

Dolore e lacrime nella chiesa parrocchiale di san Valentino a Cisterna di Latina dove si sono svolti i funerali di Alessia e Martina capasso le sorelline uccise il 28 febbraio dal padre. Uno scrosciante applauso ha accolto i due feretri in bare bianche lungo il viale che porta alla chiesa. Oltre ai palloncini bianchi e rosa anche striscioni con messaggi strazianti per le piccole “Cisterba non vi dimenticherà”. Liberata anche due colombe bianche che si sono rifugiate sotto il portico della chiesa spaventate dalle migliaia di persone che affollano la piazza commossa che alterna applausi a pianti. “Preghiamo anche per il papà di Alessia e Martina”. Lo ha detto don Livio Fabiani parroco della chiesa di San Valentino durante la messa a Martina e Alessia Capasso e, nel brusio che si è levato, ha aggiunto “dalla famiglia è stato perdonato”.
Antonietta Gargiulo, la 39enne ferita a Cisterna di Latina il 28 febbraio dal marito carabiniere Luigi Capasso da cui si stava separando e che ha poi ucciso le due figlie per poi suicidarsi, è stata informata della morte delle minori. A comunicarle la tragica notizia sono stati alcuni alcuni familiari insieme ad un team di psicologi dell’ospedale San Camillo dove è ricoverata. La donna sarà seguita costantemente dagli psicologi: da ieri non è più sedata e si trova ancora nella terapia intensiva. A quanto si appreso, la donna non si ricordava quanto accaduto. Le sue condizioni generali comunque vanno meglio ma resta in prognosi riservata appunto in terapia intensiva. Considerate le sue condizioni la donna non potrà essere al funerale delle figlie, Alessia e Martina, in programma domani alle 11 nella chiesa parrocchiale di San Valentino a Cisterna di Latina.