venerdì 22 settembre 2017 20:53:45
omniroma

Esposito, condanna ridotta per De Sanctis
Da 26 a 16 anni inflitti in secondo grado

27 giugno 2017 Cronaca

Sconto di pena di dieci anni per Daniele De Santis, l’ultrà giallorosso accusato dell’omicidio del napoletano Ciro Eposito, avvenuto a poche ore dell’avvio della finale di coppa Italia, disputata a Roma nel 2104. I giudici della Corte d’Assise d’appello hanno condannato a 16 anni De Santis, che in primo grado di giudizio aveva ricevuto una pena di 26 anni di reclusione. I giudici hanno assolto De Santis dall’accusa di rissa e hanno escluso l’aggravante dei futili motivi e la recidiva. Nell’ambito del medesimo procedimento, sono stati assolti anche Gennaro Fioretti e Alfonso Esposito, accusati di rissa e lesioni. Per De Santis, il pg Vincenzo Saveriano, aveva sollecitato una pena di 20 anni i reclusione.
“La nostra è una soddisfazione parziale -ha dichiarato l’avvocato Tommaso Politi- la nostra tesi è quella della legittima difesa e per questo faremo ricorso in Cassazione”.