mercoledì 20 settembre 2017 00:22:45
omniroma

Cinquecentomila euro per centri anti-abusi
Fondi stanziati da Regione per nuova rete

26 dicembre 2015 Cronaca, Economia, Politica

“Realizzare una rete di Centri regionali di eccellenza per il contrasto degli abusi e maltrattamenti a danno dei minori, a partire dal Centro provinciale ‘Giorgio Fregosi’ di Roma, è l’obiettivo dell’accordo di programma stipulato tra Regione Lazio e Città metropolitana di Roma. Per la sua attuazione la Regione Lazio ha stanziato 500mila euro”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio. 

“I centri anti-abuso saranno al servizio di bambini e adolescenti esposti a rischio di abuso e maltrattamento, segnalati dai servizi sociali o dall’autorità giudiziaria, e si rivolgeranno anche alle loro famiglie, in un’ottica di valutazione, diagnosi, trattamento e sostegno alla genitorialità – si legge nel comunicato – Compito della rete sarà quello di sostenere interventi per la prevenzione e il contrasto al maltrattamento e all’abuso all’infanzia e all’adolescenza, attraverso una sinergia tra Regione, Enti locali, servizi socio-sanitari territoriali e organismi giudiziari per favorire una condivisione progettuale, decisionale, metodologica ed operativa a beneficio dei minori coinvolti. La Regione ha individuato come struttura capofila il centro ‘Giorgio Fregosi’ della Città Metropolitana di Roma. Il centro, che opera dal 1999, sarà il promotore della messa in rete degli altri centri specialistici del Lazio, per favorire il coordinamento e la standardizzazione degli interventi”.
“Gli abusi sui minori sono un orrore da estirpare – sottolinea l’assessore regionale alle Politiche sociali, Rita Visini – ma per farlo bisogna intervenire con servizi sociali tempestivi ed efficienti. Grazie alla nuova rete regionale sosterremo tutti gli attori impegnati nella vigilanza e nel contrasto agli abusi, operatori sociali, personale scolastico, pediatri di base, associazioni, e promuoveremo un modello di intervento comune su tutto il territorio regionale”.