mercoledì 18 ottobre 2017 04:16:03
omniroma

Trastevere, torna il Festival estivo
Cinema all’aperto al via da giugno

25 maggio 2016 Cronaca, Cultura, Politica

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha presentato la terza edizione del ‘Festival Trastevere Rione del Cinema’, presso la sala Aniene. Il festival comincerà il primo giugno e terminerà il primo agosto. Dopo il passaggio di circa 36.000 persone lo scorso anno, anche quest’estate piazza San Cosimato torna ad essere un cinema a cielo aperto. A seguito degli interventi effettuati durante l’inverno, quest’anno per le proiezioni sarà disponibile uno schermo di 10 metri, anziché 7 metri, e tutta la piazza sarà a disposizione della libera fruizione dei partecipanti fino a una capienza massima di 3000 persone, 199 saranno invece i posti a disposizione per coloro che vorranno sedersi, portando da casa sedie, cuscini o tappeti. Il festival è organizzato dal Piccolo Cinema America in collaborazione con il I municipio di Roma, ed è sostenuto da Regione Lazio, Bnl, Autorità garante per l’infanzia l’adolescenza e si svolge con il patrocinio di Camera di Commercio di Roma.
“Stiamo vincendo una grande battaglia perché in tre anni abbiamo restituito centralità all’industria dell’audiovisivo – ha detto il governatore del Lazio – e oggi la nostra regione è la seconda in Europa per il sostegno a questa industria, dopo Berlino e prima di Parigi. Questo è legato a delle politiche attive come il sostegno alla creatività, il sostegno alle sale cinematografiche, il fondo cinema nazionale, il Lazio Cinema International che ha finanziato le grandi coproduzioni, che tornano finalmente a Roma anche grazie a questi sostegni. Questo festival ripropone un pezzo della storia di Roma in chiave moderna, è l’incontro tra cinema e popolo e se pensiamo a quella che fu la stagione di Nicolini e la sua estate romana della città piena di vita, non ci vuole tanto a pensare quella che fu l’esperienza di Massenzio come un pezzo della storia di Roma. Nessuno di loro l’ha frequentata, vista la giovane età dei ragazzi del Cinema America, ma ripropongono un format di un evento che cambierà la storia della cultura di Roma”. Il ‘Festival Trastevere Rione del Cinema’ coinvolgerà anche importanti esponenti del mondo dello spettacolo, come Renzo Arbore, Dario Argento, Roberto Benigni, Luca Bigazzi, Barbara Bobulova, Ascanio Celestini, Valerio Mastandrea, Alessandro Borghi, Bruno Bozzetto, Enzo D’Alo, Ivano De Matteo, Ferzan Ozpetek, Kim Rossi Stuart, Stefania Sandrelli, Silvia Scola, Daniele Vicari, Paolo Virzì. “Lo scorso anno abbiamo messo un primo tassello – ha detto Massimiliano Smeriglio, vicepresidente della Regione Lazio – quest’anno c’è una rassegna di grandissimo rilievo, con personaggi internazionali che in qualche modo sopperisce a una carenza e una difficoltà di Roma di vivere in pienezza l’idea dell’estate romana che in quest’ultimo periodo ha fatto più fatica. In qualche modo i ragazzi del Cinema America svolgono una funzione di supplenza rispetto a mancanza di natura istituzionale. Poi la vittoria del bando da parte dei ragazzi del Cinema America è una bella storia che va a buon fine, una storia di indipendenza, autonomia, di organizzazione e che con intelligenza è stata in grado di confrontarsi e cimentarsi anche con la complessità”. La programmazione prevede commedia all’italiana, musica e cinema, documentari, dibattiti con ospiti e film d’animazione Disney e Pixar.  “Trastevere è il quartiere del cinema, un tempo è stato il luogo con la più alta densità di arene estive – ha spiegato Valerio Carocci, presidente del Piccolo Cinema America – Questo ci fa credere che le sale dismesse possano rinascere. Con questa iniziativa vogliamo rispondere alla violenza e aggressività che caratterizza la movida romana”. Rispetto a ciò il presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, ha voluto sottolineare che “in questi anni l’esperienza dei ragazzi del cinema America ha dimostrato che il cinema può essere un beneficio per il territorio, questo festival è stata la più grande iniziativa gratuita estiva dello scorso anno. È un progetto che mette insieme i residenti, i turisti e i commercianti e crea un grande punto di aggregazione e vitalità nella città”. Alla conferenza, presso la Sala Aniene della Regione Lazio, ha preso parte anche Luigi Abate, presidente del gruppo Bnl Bnp Paribas che come sponsor del festival ha portato il proprio in bocca al lupo ai ragazzi del Cinema America e ha detto “C’è spazio per tutti in una città come Roma che ha bisogno di più cultura e più economia, sapendo che tra cultura ed economia c’è un nesso molto più forte del passato”. Infine, in chiusura dell’incontro, Andrea Purgatori, in qualità di consigliere Siae, riferendosi alla vicenda dell’uscita di Fedez dalla Siae, ha detto: “Non so quanti soldi abbia investito Fedez di tasca sua, ma posso dire che mentre lui dice di ‘aver rischiato il culo’, noi nel frattempo ci mettiamo soldi di tasca nostra”.