domenica 24 settembre 2017 12:25:19
omniroma

CASSINO, DOPO RISSE TRA GESTORI AUTOLAVAGGI SCATTANO CONTROLLI: UN SEQUESTRO

9 giugno 2017 Cronaca

Quattro autolavaggi, in larga parte gestiti da cittadini stranieri, sono stati controllati questa mattina a Cassino dagli agenti del Commissariato di Polizia cittadino diretto dal vice questore Alessandro Tocco. L’attenzione degli investigatori si è soffermata sugli autolavaggi gestiti da cittadini egiziani, gli stessi che la settimana scorsa si sono resi protagonisti di violente risse in pieno centro. A scatenare la violenza in almeno due casi, secondo gli investigatori, sono state le divergenze sui prezzi al pubblica per il lavaggio delle auto. Questa mattina, gli agenti in collaborazione con le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Lazio” di Roma e della Polizia Provinciale, hanno ispezionato le quattro aziende. Nel corso delle ispezioni, sono state controllate le autorizzazioni comunali, il rispetto delle norme edilizie ed urbanistiche, nonché la regolarità della cessione dei fabbricati e le autorizzazioni allo scarico delle acque reflue.
Sono stati identificati sei cittadini egiziani, intenti al lavaggio di veicoli, i quali sono stati segnalati alla Direzione Territoriale dell’Ispettorato del Lavoro di Frosinone per la verifica sulla regolarità dei rispettivi rapporti di lavoro. Uno degli impianti visitati è stato sottoposto a sequestro preventivo ed il titolare è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino per violazioni in materia di scarico delle acque reflue provenienti dal servizio igienico e dall’impianto di depurazione istallato a servizio dell’autolavaggio stesso. Ai titolari degli impianti è stata anche contestata la mancanza di autorizzazione commerciale e segnalati al Sindaco di Cassino per i provvedimenti di competenza, che potranno concludersi con l’ordinanza di chiusura degli esercizi commerciali. Sono in corso ulteriori accertamenti sulla corretta gestione dei rifiuti e lo smaltimento delle acque reflue.