venerdì 22 settembre 2017 04:47:52
omniroma

CASSINO, CORSE CLANDESTINA DI CAVALLI IN STRADA: 4 DENUNCIATI

29 marzo 2016 Cronaca

Quattro persone sono state denunciate dai carabinieri di cassino per aver impiegato due cavalli in una competizione su strada. Si tratta di un 62enne e un 27enne in qualità di proprietari dei cavalli, un 62enne e un 26enne in qualità di fantini. Da tempo erano pervenute segnalazioni al Comando Compagnia di Cassino circa la presenza di alcuni sconosciuti che in determinati giorni della settimana e in particolari orari, nel volgere di pochi minuti, organizzavano e portavano a termine delle competizioni sportive su strada utilizzando dei cavalli da corsa. Sabato sera nel comune di Piedimonte San Germano, sulla via Consorziale Fiat nei pressi dello stabilimento di auto, i carabinieri del Nucleo Operativo hanno notato un assembramento di persone intorno a due calessi trainati da altrettanti cavalli. Avendo intuito cosa stesse accadendo, sono statio chiamati altri militari dalle stazioni limitrofe. Nell’appostamento sono state notate sul luogo della gara, diverse autovetture svolgere una specie di “bonifica”, per accertare che non vi fossero forze dell’ordine e subito dopo a bloccare il traffico per lo svolgimento della gara. All’arrivo degli spettatori, è iniziata la competizione lungo stradone ex Fiat. A quel punto è scattato l’intervento dei Carabinieri grazie al quale è stati bloccati tutti i partecipanti, interrompendo, così, la corsa. Nell’occasione oltre alla denuncia in stato di libertà dei due fantini e dei proprietari dei cavalli, per maltrattamenti di animali, avendoli sottoposti ad uno stress maggiore rispetto alle corse negli ippodromi essendo stati costretti a correre su un fondo duro come l’asfalto, sono state elevate, a carico dei fantini, due contravvenzioni al Cds per competizione sportiva su strada senza autorizzazione. Inoltre è stato chiesto l’intervento del veterinario dell’ASL – Dipartimento Veterinario di Frosinone, al fine di procedere al prelievo del sangue dei due cavalli per accertare se gli stessi fossero sotto l’effetto di sostanze dopanti. Sono in corso ulteriori accertamenti su tutte le persone, automobilisti e motociclisti identificati sul posto per verificarne il ruolo e le responsabilità.